Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
7.3C
Venezia
sabato 06 Marzo 2021
HomeNotizie Venezia e MestreBiciclette e turisti, i tempi del degrado e della regressione

Biciclette e turisti, i tempi del degrado e della regressione

Biciclette e turisti, i tempi del degrado e della regressione
Se è vero che Venezia è una città che tutti hanno il diritto di visitare ed apprezzare, è altrettanto vero che ogni anno si ripropongono le questioni del rispetto e delle compatibilità che emergono ad ogni inizio estate.

Questa volta sono state le biciclette al Caffè Florian in Piazza San Marco a far indignare molti veneziani, offesi dalla loro inopportuna presenza.
Il professor Jan Van Der Borg, docente a Ca’ Foscari di Economia del Turismo, studia da anni il fenomeno del disagio, del degrado, lavorando su ipotesi di controllo dei flussi turistici e la messa a sistema di un orientamento coordinato per la cura dell’accoglienza degli ospiti e la tutela di Venezia dei veneziani.
I suoi studi tentano di spingere le istituzioni a trovare rimedio alla realtà esistente. L’ACTV sta ragionando sugli imbarcaderi differenziati per alleggerire le file di attesa.

E’ pur vero che tanti e sgradevoli sono i comportamenti che sviliscono la città e che rimuoverli non è semplice. Anche correndo il rischio di essere accusati di utopia, si potrebbe pensare che ogni persona, indipendentemente dalla nazionalità e dal colore della pelle, dovrebbe sapersi comportare con civiltà e rispetto anche nei confronti di Venezia.

E’ vero, le persone si possono multare, ma non educare all’improvviso. Forse gioverebbe interrogarsi sulle situazioni di povertà e sullo spopolamento, l’esodo forzato di anno in anno più evidente. Impossibile non incontrare “parte” dei motivi di questo disagio.

Venezia ha aperto la sua sfida implementando l’aspetto turistico commerciale e perdendo la pulsione artigianale, sostituita fin troppo da agenzie immobiliari. Gli abitanti se ne sono andati a causa del costo della vita, dell’impossibilità di trovare casa a prezzi accessibili, i negozi sono spariti. Molte abitazioni sono state trasformate in Bed & Breakfast, i giovani non hanno futuro.

I veneziani che possiedono case le tengono sfitte o le affittano due mesi all’anno a turisti. In questo senso giunge salutare l’attuale bando comunale per l’affitto alle giovani coppie.
E’ vero che il veneziano doc può essere considerato un Panda, ma forse è più utile creare connessioni, piuttosto che divisioni e cercare di individuare le ragioni di un degrado in una città universale, definita di pace, che tanto può dare dal punto di vista culturale, ma che deve forse spingersi nella ricerca della sua umanità.

Redazione

(foto di Enzo Pedrocco)

08/04/2016

(cod venede)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...