31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Bambino morto dopo 4 anni, era stato fatto tardi il cesareo? Ginecologi a processo

HomeMestre e terrafermaBambino morto dopo 4 anni, era stato fatto tardi il cesareo? Ginecologi a processo

Bambino morto dopo 4 anni, era stato fatto tardi il cesareo

Il bambino era morto dopo 4 anni e mezzo, ed erano stati 4 anni e mezzo di sofferenze, perchè quel neonato era venuto al mondo ma era rimasto tetraplegico dalla nascita.
Responsabilità dei sanitari per la sofferenza durante il parto? E’ quello che dovrà stabilire il tribunale nei confronti di due ginecologi di Villa Salus su cui grava l’accusa di omicidio colposo per la morte del piccolo.

Matteo, questo il nome del piccolo, nel 2007 era nato con un parto cesareo che, secondo le accuse, era stato stato eseguito tardi, quando ormai una carenza di ossigeno avrebbe potuto aver causato i danni irreparabili.

I genitori avevano già presentato un esposto alla procura all’epoca dei fatti, per il presunto reato di lesioni, ma l’indagine era stata archiviata.
Dopo la morte del bambino hanno presentato un nuovo esposto e il secondo pm aveva disposto l’autopsia e l’acquisizione delle cartelle cliniche dei ricoveri.

La famiglia aveva avviato parallelamente anche due cause civili, la prima delle quali in primo grado ha dato ragione ai genitori destinando un risarcimento di quasi mezzo milione ai famigliari, assistiti dall’avvocato Abram Rallo.

Paolo Pradolin

09/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.