27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Bambino 44, lo sconvolgente thriller d’esordio di Tom Rob Smith

HomeLibri, recensioni e nuove usciteBambino 44, lo sconvolgente thriller d’esordio di Tom Rob Smith

copertina Bambino 44 Sperling Kupfer

Brividi di freddo e di paura sono quelli che regala Bambino 44 (pagg.445, €10,90), uno dei romanzi thriller più affascinanti e ben scritti degli ultimi anni. Edito da Sperling & Kupfer, l’opera d’esordio risale al 2008 e da essa, Ridley Scott ha deciso di produrne un film, diretto da Daniel Espinosa e con protagonisti Tom Hardy, Noomi Rapace e Gary Oldman.

Il libro, ambientato nel 1953 in Russia, vede Leo Demidov, eroe di guerra e ufficiale dell’MGB (Ministero per la Sicurezza di Stato) protagonista della vicenda. L’agente non ha mai messo in dubbio l’autorità del regime totalitario imposto da Stalin e del suo Partito comunista, ma dopo la tragica e sospettosa morte di un bambino, intuisce che l’insabbiamento del caso da parte dello Stato, è un errore. Si ritrova così in dovere di scoprire la verità ed è messo davanti a scelte difficili che riguardano anche la sua famiglia.

Delle orme sulla neve, quelle di un uomo e quelle più piccole, di un ragazzino. Poco più in là il corpo del giovane sventrato e con all’apparenza, della terra in bocca. Questa è solamente una delle scene più crude e crudeli del romanzo, che si spinge in territori, terreni e profondità stilistiche, affrontate raramente.

Il freddo della Russia, l’allora Unione Sovietica, penetra nel lettore fin dalle prime pagine. La povertà, il clima di terrore e di egemonia dello Stato, creano affanno nei protagonisti e in chi legge e affronta con empatia la narrazione.

È infatti impossibile non inoltrarsi con stupore, a piccoli passi, in questa corsa contro il tempo per riuscire a trovare uno o più colpevoli, ma soprattutto, dimostrare ciò che nasconde con la sua patina d’oro e con la propaganda, uno Stato che dichiara “il crimine non esiste”, ma le quali regole ferree e il tradimento, se travalicati anche in minima parte, sono punibili con la morte.

Il sospetto, la paura, la fiducia e l’ordine sono gli elementi messi in discussione nel romanzo, si insinuano nei personaggi, diventano strumento che mina i rapporti, che minacciano e tengono in scacco la popolazione e costringono la gente a subire o ribellarsi.

Il plot principale, quello che riguarda la misteriosa morte del bambino, si intreccia infatti agli affari interni e segreti dello Stato stesso, fra minacce, minacciati, dissidenti e numerosi doppiogiochisti Bambino 44 diventa una spy story delle più avvincenti, con colpi di scena, un ritmo accattivante e una narrazione fluente, che invita a leggere il romanzo tutto d’un fiato.

Tra scene descritte minuziosamente, luoghi che grazie ai particolari diventano vivi nella mente del lettore e soprattutto una trama che si sviluppa passo passo, cruda e senza tabù, il romanzo di Tom Rob Smith è una lettura senza dubbio intensa, che lascia quasi senza fiato, ma che fin da subito stupisce, invita a continuare e si inoltra in luoghi spesso taciuti che qui acquistano una propria voce, quella della verità.

Alice Bianco

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.