Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
7.3C
Venezia
sabato 06 Marzo 2021
HomeMoviegoer, appunti di uno spettatore cinematografico. Di Giovanni NatoliAve, Cesare! dei fratelli Coen, Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il meglio di sé

Ave, Cesare! dei fratelli Coen, Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il meglio di sé

Ave, Cesare! dei fratelli Coen, Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il meglio di sé

Eddie Mannix è un brav’uomo, con un pessimo rapporto col fumo. Supera il crocefisso avvolto nella penombra della chiesa, un Cristo sofferente e che lagrima sangue, e si reca della grata del confessionale.
Mannix non è un uomo che non senta la voce della coscienza ma i suoi peccati sono lievi per un sacerdote un po’ seccato dal ricorrente apparire di tale devoto.

Anche se il mondo in cui lavora è quello depravato e fasullo di Hollywood e Mannix deve continuamente mettere le mani nel fango per far andare avanti le cose nella fabbrica dei sogni, le sue colpe si limitano a non rispettare la promessa fatta alla moglie di non fumare e poco altro.

Dopo aver visto “Ave, Cesare!” dei fratelli Coen ho pensato quasi immediatamente all’alacrità di un altro grande eroe del “sistema americano”: il James Cagney dell’immortale “Uno, due e tre” di Billy Wilder. Lì un dirigente della Coca Cola deve risolvere un impiccio tra le due Germanie, qui un capo produzione della società “Capitol” deve recuperare attricette sotto contratto che si avventurano nel mondo delle foto erotiche o attori alcoolizzati da sostituire con adorabili, ignorantissimi cowboys canterini. E’ colui che leva le castagne dal fuoco tra set e set.

Essendo Hollywood un’industria come le altre Mannix è l’anello di congiuntura di questo lavoro a cottimo, il solving problem man, il “fixer”, di un universo che con l’arte sembra non aver nulla a cui spartire. Quando un divo, in procinto di

The Moviegoer, appunti di uno spettatore cinematografico. Di Giovanni Natoli.

girare un costosissimo kolossal storico (che si rifà chiaramente a “Ben Hur”) sparisce dalla circolazione per troppo a lungo.. quando due giornaliste gemelle, modello Helda Hopper, si fanno in otto per carpire i più reconditi pettegolezzi delle star, agitando un misterioso “affaire” legato alla lavorazione di un film; quando un ballerino in stile Gene Kelly odora di comunismo o una stellina deve dare un padre a un figlio che aspetta in grembo o un vaccaro canterino deve diventare un attore di commedie sofisticate….
Insomma, siamo di fronte all’ennesimo guazzabuglio di figurine perfettamente accessoriate tipico dei fratelli Coen; artisti che da anni raccontano, immergendosi nel modernariato o popolando paesaggi desolati di caparbi antieroi, cose riguardanti la Colpa, il Destino, l’America, gli Uomini.

Dal trailer del film mi aspettavo un capitolo minore della loro notevolissima filmografia. Ma non preoccupatevi; il trailer è decisamente ingannatore. In verità “Ave Cesare” può apparire un film un po’ sottotono e forse un po’ di squilibrio tra le parti c’è. Non è nemmeno privo di qualche vezzo un po’ troppo deja vu, a voler ben razzolare nei loro lavori. Si avverte un minimo di sclerotizzazione che pareva superata nel magnifico “A proposito di Davis”. Però la profondità resta e il senso di amarezza e disillusione nei confronti di un Sistema che non deve cambiare c’è tutto. Si ride, anche se si è digiuni di storia del cinema. Anche se si è digiuni di storia americana, di maccartismo, di atolli di Bikini, di passati poco chiari dei divi e di compagnie Lockheed. E mentre si ride ad un tratto tocca risvegliarsi, come George Clooney, star convertita agli ideali sovietici e “rinsavita” dai quattro ceffoni ben assestati da Mannix. Che ne esce comunque come “eroe”.

L’interpretazione convincente e massiccia di Josh Brolin è encomiabile. Eddie Mannix sa come stan davvero le cose e Hollywood è pur sempre un lavoro, anche se in una gabbia di matti. Un lavoro che solo la forza nella “Fede” (occhio a questa parola!) può rendere persino entusiasmante e più appetibile di un gioco serio come la gigantesca compagnia americana di aerei sulla cui offerta Mannix temporeggia.

Il resto del cast è di notevole spessore: Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il meglio di sé. La Swinton si ave cesare boxriconferma attrice duttile per i ruoli che i due le cuciono addosso. Adorabili i camei di Fiennes, nei panni del regista sofisticato in stile Cukor o del redivivo Christopher Lambert. O Scarlett Johannson, stellina alla Esther Williams, che, smessi gli aderentissimi costumi per una coreografia alla Busby Berkley (già omaggiato nell’immenso “Grande Lebowski”) sembra avere lo stesso tono del Baby Herman di “Roger Rabbitt”. Sorprendente e adorabile Alden Ehrenreich, pistolero con chitarra, candido e umile e fiducioso dell’American Way of life.

Verso il termine del film una maestranza, incaricata della distribuzione dei pasti, chiede all’attore crocifisso, palesemente nel ruolo di Gesù, se lui è comparsa o protagonista. Al che il crocifisso risponde “Protagonista, credo”, sollevando perplessità nell’uomo che gli sta ai piedi. Una delle chiavi del film sta tutta in questa scena.

“AVE, CESARE!2 (Hail, Caesar!, 2016)
regia: Joel e Ethan Coen
con: Josh Brolin, George Clooney, Scarlett Johannson, Tilda Swinton

giovanni natoli columnist circle

Giovanni Natoli

29/03/2016

Riproduzione vietata

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...