Autobus incendiato in A4, prof eroe salvava gli altri, ma i suoi due figli sono morti dentro

1021

Autobus incendiato in A4, prof eroe salvava gli altri, ma i suoi due figli sono morti dentro

Il drammatico incidente dell’autobus che si è incendiato in A4 nei pressi di Verona, sarà ricordato anche per gli eroici gesti di un professore eroe. Il docente, con il mezzo ormai in fiamme, si prodigava a prestare aiuto, ma mentre salvava gli altri non riusciva a vedere i suoi due figli che stavano morendo.

Il professore Gyorgy Vigh e la moglie Erika sono stati informati solo successivamente della morte dei loro due figli, Laura e Balazs, nella tragedia del pullman ungherese in A4 a Verona.
“Lo sanno – ha detto la console d’Ungheria Judit Timaffy -. La madre ha visto morire la figlia e per il figlio c’è stato un filo di speranza che si è spezzato”. Dopo l’incidente, dopo aver salvato più persone, Vigh sarebbe rientrato nel mezzo anche per cercare i figli e poi ha continuato a gridare ‘Laura’ ‘Balazs’ prima di essere soccorso e portato all’ospedale.

Il professore Gyorgy Vigh e la moglie Erika, fino ad oggi ricoverati all’ospedale Borgo Trento, a Verona, faranno ritorno in Ungheria già oggi a bordo di un aereo di Stato fatto giungere nella città scaligera da Budapest.

I due coniugi erano a bordo del pullman andato a fuoco, dopo lo schianto contro un pilone, in A4 venerdì notte. Tra le vittime, purtroppo, quindi anche i due figli della coppia.

Farà ritorno in patria oggi anche il ferito che era in ortopedia. Negli ospedali veronesi restano tre persone, due non ancora identificate.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here