22.7 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Aumento dell’Iva (di quella più bassa) e revisione delle agevolazioni nella Legge di Stabilità

HomeEconomiaAumento dell'Iva (di quella più bassa) e revisione delle agevolazioni nella Legge di Stabilità

Renzi attacca tutto e tutti

Aumento dell’Iva a partire dal 2016 forse, il ticket sanitario che potrebbe aumentare o essere rimodulato, anche per evitare la crescita esponenziale delle esenzioni, e altre sorprese.
La legge di Stabilità in esame da lunedì al governo va però verso le due direzioni: stretta al debito pubblico agevolando al tempo stesso la ripresa, tenendo a mente altre indicazioni, come quelle permesse da Bruxelles a patto però che l’Italia riduca la pressione fiscale.
Come al solito, il problema ora diventano le coperture.

Ieri il ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi ha quasi promesso che ci sarà la proroga dell’ecobonus, lo sconto fiscale per le riqualificazioni energetiche.
Tutti sono poi d’accordo che ci debba essere un intervento per ridurre il peso delle tasse sulle imprese. Il punto di partenza potrebbe essere un aumento selettivo dell’aliquota Iva più bassa, quella al 4%, per finanziarlo.

Si va senz’altro verso la revisione delle agevolazioni fiscali, quella lunga lista di sconti sulle tasse che mette sullo stesso piano gli interessi sui mutui e le spese per il veterinario, con riduzione di alcune detrazioni per aumentare quelle su altre voci.

Tutto ciò mentre si parla anche degli aumenti classici: alcol, tabacco, benzina e giochi. Il governo è cosciente che per mettere i conti a posto bastava alzare un poco le accise su questi prodotti.
C’è il timore, però, che si sia già raggiunta la soglia di rottura, quel punto oltre il quale aumentando il prodotto ne scende la vendita, quindi c’è il timore che far salire le aliquote faccia scendere i consumi e alla fine anche l’incasso totale per lo Stato.

Paolo Pradolin

05/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.