Attesta falso per entrare a Cà Foscari, rischia fino a 2 anni

ultimo aggiornamento: 09/01/2015 ore 07:42

74

Attesta falso per università venezia

Problemi giudiziari per una studentessa di Cà Foscari. La ragazza, al fine di iscriversi ad un master di Ca’ Foscari, aveva dichiarato di essere laureata in Lingue, ma la cosa è risultata non vera ed ora la giovane dovrà rispondere di falso in atto pubblico e false attestazioni a pubblico ufficiale. Un reato spesso sottovalutato, ma che può portare fino a due anni di reclusione.

Per la studentessa, l’avvocato avrebbe già chiesto una sanzione alternativa per pagare il suo debito con la società, l’affidamento a servizi socialmente utili in modo di evitare la vera e propria condanna penale, in funzione dell’articolo 464 bis del codice di procedura penale, che istituisce la “messa alla prova” per reati fino a 4 anni.


La ‘magagna’ era saltata fuori nel 2013, quando negli uffici di Cà Farsetti si erano accorti che quanto dichiarato ufficialmente dalla giovane era falso, attestato in un atto pubblico: la ragazza non era laureata in quanto non aveva sostenuto alcuni esami che mancavano per la laurea.

Monica Manin

[09/01/2015]


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here