Arrestato 48enne mestrino, aveva rapinato una tabaccheria a mano armata

ultimo aggiornamento: 02/04/2020 ore 18:10

117

Fuga di gas a Marghera in stabile abbandonato, era un vandalismo
Arrestato 48enne mestrino, aveva rapinato una tabaccheria a mano armata nel 2017.

Prosegue l’impegno nelle misure di contenimento del contagio da coronavirus che vede impiegate ogni giorno numerose pattuglie della Questura di Venezia. Continuano però anche le attività degli uffici che, adottando tutte le misure di protezione per gli operatori, restano operativi.

Ieri gli agenti del Commissariato di Mestre, adottando tutte le opportune cautele del caso, hanno eseguito un ordine di carcerazione per la reclusione di 2 anni e 4 mesi nei confronti un cittadino italiano, S.G., 48 anni, di origini campane e residente a Mestre.


L’uomo era stato arrestato nel 2017 a seguito di una rapina a mano armata avvenuta in una tabaccheria di Zelarino, durante la quale, in concorso con un’altra persona, era riuscito ad impossessarsi di circa 2000 euro.

Nonostante la fuga, gli operatori della Squadra Volante erano riusciti immediatamente a ricostruire l’accaduto e a rintracciare il rapinatore, già con precedenti segnalazioni per reati contro gli stupefacenti e contro il patrimonio.

In attesa della conclusione del procedimento penale, lo stesso era stato sottoposto a diverse misure cautelari quali detenzione domiciliare e, successivamente, obbligo di firma dopo.


Divenuta definitiva la condanna il 28 febbraio 2020, la Squadra anticrimine del Commissariato di Mestre, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Venezia, ha proceduto all’esecuzione della misura detentiva.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here