Arrestati ladri specializzati in furti in treno grazie alla scaltrezza della Polizia Ferroviaria

ultimo aggiornamento: 27/04/2016 ore 13:33

278

Arrestati ladri specializzati in furti in treno grazie alla scaltrezza della Polizia Ferroviaria

La Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, questa mattina ha intercettato nella stazione di Venezia S.L. una coppia di noti ladri dediti a perpetrare furti ai danni di passeggeri dei treni notturni a lunga percorrenza.

I due, che portavano al seguito altrettanti zaini, alla vista di una pattuglia in uniforme, cambiavano repentinamente direzione di marcia, dando l’impressione di voler eludere la possibilità di essere sottoposti ad un eventuale controllo.

Il particolare però non sfuggiva agli agenti che presidiano lo scalo ferroviario veneziano in abiti civili, che immediatamente bloccavano i due già conosciuti e più volte indagati dagli stessi.

N.A. e A.M. entrambi cinquantenni rispettivamente originari e residenti nelle province di Catania e Padova, venivano trovati in possesso di un apparecchio fotografico, un I-PHONE, un pc portatile e valuta straniera di diverso taglio e divisa.

Grazie al rapido, ma altrettanto minuzioso esame dei dati contenuti negli apparecchi elettronici, gli agenti riuscivano ad identificare i proprietari dei beni in una coppia di turisti messicani che nel corso della notte avevano affrontato il viaggio in treno da Roma a Vienna.

Gli agenti riuscivano a mettersi in contatto via mail con la figlia della coppia residente a Città del Messico la quale, a sua volta, riusciva a comunicare ai genitori, che la Polizia Ferroviaria italiana aveva recuperato alcuni loro oggetti.

La coppia che aveva già raggiunto Vienna e formalizzato una dettagliata denuncia di furto, presso un comando di Polizia della capitale austriaca, trasmetteva l’atto al Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto.

Gli agenti, con il benestare della Procura della Repubblica, preso atto della assoluta corrispondenza del numero delle banconote rinvenute, del taglio e della divisa delle stesse, metteva immediatamente a disposizione dei derubati la refurtiva recuperata.

I due fermati sono stati indagati in stato di libertà per ricettazione.

26/04/2016

(cod polfer)

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here