Arrestata a Mestre giovane corriere della droga: nascondeva ovuli di eroina

445

Fermate borseggiatrici bulgare dalla Polfer, un bancomat tra le parti intime
Una giovane nigeriana è stata arrestata dalla Polfer appena ha messo piede a Mestre: era un corriere della droga e nascondeva 11 ovuli di eroina.
La viaggiatrice era appena arrivata alla stazione di Mestre, con un treno proveniente da Milano.

A insospettire gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Mestre, che in quel momento erano impegnati in controlli ai viaggiatori, è stato l’atteggiamento della giovane che ha cercato di dileguarsi alla vista delle divise.

In quel momento i poliziotti stavano svolgendo dei controlli ai passeggeri in arrivo e partenza dalla stazione di Mestre, e quando la cittadina nigeriana è scesa dal treno e ha notato la presenza della pattuglia ha cercato di darsela a gambe, cambiando in fretta la direzione di marcia.

Un atteggiamento che non è passato inosservato, tanto da insospettire gli agenti. La sensazione era che la donna volesse scongiurare i controlli, svoltando nella direzione opposta e allontanandosi in gran fretta.

Gli agenti hanno quindi raggiunto la giovane nigeriana e l’hanno fermata, chiedendole di accompagnarli negli uffici della sezione Polizia Ferroviaria di Mestre per alcuni controlli.

Lì la donna è stata sottoposta ad accertamenti che hanno svelato come fosse in realtà un corriere della droga: aveva nascosto tra gli indumenti 11 ovuli che contenevano eroina, del peso di complessivo 127 grammi.

La giovane nigeriana è stata identificata e arrestata, accompagnata al Carcere Femminile di Venezia, sull’isola della Giudecca.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here