Arciconfraternita di S. Antonio, P. Andrea Vaona nuovo Cappellano

È P. Andrea Vaona, OFM Conv. il nuovo Cappellano dell’Arciconfraternita di Sant’Antonio per il quadriennio 2017-2021. La nomina è giunta nei giorni scorsi direttamente a P. Vaona, in una lettera a firma del nuovo Delegato Pontificio per la Basilica antoniana – S.E. Rev.ma Mons. Fabio Dal Cin, che così scrive: “auguro di cuore un proficuo lavoro nell’ufficio assegnato”.

La terna dalla quale è stato scelto il nuovo Cappellano, è stata presentata al Delegato Pontificio da P. Giovanni Voltan, Ministro Provinciale della Provincia Italiana di sant’Antonio dei Frati Minori Conventuali, secondo l’Art. 23 dello Statuto dell’Arciconfraternita.

Il nuovo Cappellano entra così a far parte del Consiglio Direttivo: tra le sue mansioni vi è la formazione spirituale dei Confratelli, la celebrazione nella Scoletta del Santo della Messa per i Confratelli, la presentazione, congiuntamente al Priore, all’Amministratore e al Moderatore – il Rettore della Basilica –, al termine di ogni anno, di una dettagliata relazione sulle diverse attività svolte.

P. Andrea Vaona succede a P. Alessandro Ratti (entrambi originari della stessa parrocchia di Mestre), il quale dall’ottobre 2008 ha ricoperto l’importante e delicato officio di Cappellano dell’Arciconfraternita, ora trasferito ai Santuari Antoniani di Camposampiero per ricoprire altri incarichi. A P. Alessandro va il più sentito ringraziamento, commosso e filiale, da parte del Priore Leonardo Di Ascenzo, del Consiglio Direttivo e di tutti i Confratelli per il servizio spiritualmente e umanamente ricco svolto in questi mandati ed al quale gli stessi rivolgono i migliori auguri per le nuove mansioni, augurandosi che possa camminare sulle orme mediorientali del suo predecessore P. Lucio Condolo (tornato alla Casa del Padre nel 2008), al quale era succeduto.

Note biografiche
P. Andrea Vaona è nato a Venezia-Mestre il 26 febbraio 1969, ha espresso la Professione Solenne della Provincia Italiana di S. Antonio di Padova il 3 ottobre 1998, è stato ordinato sacerdote il 3 novembre 2001 dal Patriarca il Card. Cè. Licenziato in Storia Ecclesiastica alla Pontificia Università Gregoriana è Docente invitato di Storia ecclesiastica presso la Facoltà Teologica del Triveneto (dal 2005) e l’Istituto Teologico S. Antonio Dottore. Attualmente ricopre anche l’ufficio di Segretario provinciale della Provincia Italiana di S. Antonio dell’Ordine dei Frati Minori. Vive al Convento del Santo da aprile 2017.

Il Priore
Il Priore Leonardo Di Ascenzo: “Auguro a P. Andrea ogni bene e gli porgo il benvenuto da parte di tutte le Consorelle e i Confratelli. Già siamo certi, che come i suoi predecessori, saprà essere il nostro amato Cappellano ma anche un punto di riferimento per le Confraternite, Pie Unioni e Associazioni antoniane laicali sparse in Italia e nel Mondo. P. Andrea non è per noi uno sconosciuto e la Sua nomina ci è parsa una fisiologica successione nel segno di una continuità, che offre ai nostri ascritti Cappellani di alto profilo morale, intellettuale, formativo e pastorale, si pensi a P. Venanzio Paternoster Cappellano dagli anni settanta fino agli anni novanta. Nel contempo voglio rivolgere un ringraziamento a P. Alessandro, che non sarà mai sufficiente ad esprimere la riconoscenza per averci aiutati a crescere come Cristiani Adulti pur conservando le care tradizioni devozionali antoniane, mariane e francescane.”

Prossimi appuntamenti con il Cappellano
Novena dell’Immacolata – Mercoledì 29 novembre 2017 alle ore 17.45 P. Vaona presiederà il S. Rosario meditato nella Basilica antoniana, che darà avvio alla Novena dell’Immacolata; con lui, per la recita delle decine, saranno Consorelle e Confratelli, riconoscibili dal foulard confraternale antoniano.
Catechesi mensile, S. Messa e Pane Benedetto – Domenica 3 dicembre 2017 alle ore 9.00 P. Vaona terrà la catechesi mensile nell’Oratorio della Scoletta del Santo con libero accesso dal sagrato basilicale. Alle ore 10.00 presiederà quindi la S. Messa in Basilica con al termine la benedizione del pane in onore di sant’Antonio, che verrà poi distribuito da Consorelle e Confratelli, di fronte alla Scoletta del Santo, fino alle ore 13.15.

I prossimi appuntamenti dell’Arciconfraternita
Mostra di antiche stampe antoniane (29 novembre 2017 – 4 febbraio 2018) – Per onorare la compatrona, la Vergine Maria Immacolata, l’Arciconfraternita ha allestito, nella Sala Priorale della Scoletta del Santo, in collaborazione con il collezionista Sig. Alberto Cherubin del Circolo filatelico e numismatico di Camposampiero una mostra di 12 antiche stampe (spaziano dal 1600 al 1900) a tema antoniano. 6 stampe raffigurano S. Antonio in venerazione della Vergine Maria e altre 6 il Santo in adorazione del Bambino Gesù. Tra i pezzi, solo per citarne alcuni di indubbio interesse storico, un’incisione a bulino di Rousselet Gilles vissuto tra il 1610 e il 1686, un’acquaforte incisa da Carlo Maratta vissuto tra il 1625 e il 1713 e ancora un magnifico diploma di Licenza in teologia in acquaforte incisa nel 1798 da Carlo Antonini. La mostra sarà visibile almeno fino al 4 febbraio 2018, tutti i giorni, accedendo al sito museale con biglietto, dalle ore 9 alle ore 12:30 e dalle ore 14:30 alle ore 17:00.
Natale in Luce (8 dicembre 2017 – 6 gennaio 2018) – Nei prossimi giorni, per la prima volta nella storia, sulla facciata della Scoletta del Santo sarà apposto un Presepe luminoso, che darà luce e colore al S. Natale, per ricordare quelle tradizioni cristiane, tanto care al nostro compatrono S. Francesco d’Assisi. L’Oratorio della Scoletta del Santo sarà anche la prima tappa di “Presepiando”, che vedrà presepi sparsi lungo le vie del Santo, Cesarotti, Belludi e S. Francesco fino alle Piazze centrali, come negli anni passati. Chi volesse sostenere l’iniziativa anche con una piccola offerta potrà contattarci allo 049/8755235 o potrà scriverci a segreteria@arciconfraternitadelsanto.com sarà un modo concreto per sostenere l’amore per il Presepe.
Cioccolata in compagnia (domenica 3 dicembre 2017) – Domenica 3 dicembre 2017 dalle ore 18:00 nel Chiostro della magnolia l’Arciconfraternita sarà lieta di offrire, con offerta libera, una cioccolata calda al termine dello spettacolo natalizio “Christmas Carol” che sarà rappresentato alle ore 17:00 nella Sala dello Studio teologico per laici per iniziativa dell’Associazione “Gattamelata”. Le libere offerte serviranno a sostenere le opere caritative invernali.

L’Arciconfraternita di Sant’Antonio è un’associazione pubblica di fedeli, uomini e donne, laici e sacerdoti, devoti di sant’Antonio di Padova ovunque residenti in Italia e nel mondo. Fu fondata subito dopo la morte del Santo ed ottenne il riconoscimento dei primi statuti già nell’anno 1334. Da allora la Confraternita ha camminato nella storia della Chiesa, riuscendo a sopravvivere di fatto anche alla soppressione napoleonica di inizio ‘800 vedendosi poi elevare al rango di Arciconfraternita da Papa Leone XIII, di venerabile memoria. Gli scopi del sodalizio sono la formazione religiosa dei propri membri, la diffusione della devozione antoniana e del culto pubblico della Chiesa esercitando particolarmente l’apostolato verso i laici e la carità. Annualmente, grazie alle proprie Opere Assistenziali elargisce numerosi contributi a diverse famiglie bisognose, nella forma del pagamento diretto di alcune delle utenze domestiche collaborando con le Conferenze territoriale della Società di San Vincenzo de’ Paoli. E’ promotrice del Premio della Bontà sant’Antonio di Padova.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here