Voce del Verbo. Offrire, 3a coniugazione, modo infinito

ultimo aggiornamento: 10/07/2015 ore 07:56

119

Offrire qualcosa di sé, sperando di far cosa gradita. Offrire un fiore, una stretta di mano.
Offrire un’occasione: situazione propizia per la propria e altrui vita che nasce dalla natura stessa del verbo offrire, quando dentro questa pronuncia si muove l’intenzione di un dono totale, fatto di fiducia, considerazione e armonia.

Offrire accoglienza, disponibilità e ospitalità. Offrire quel che abbiamo e anche quel che non possediamo. E’ un esercizio della ragione e del cuore che si muove fra presente e passato e che dà contemporaneamente un senso al Tempo e alla Storia.
Senza lo sviluppo del suo percorso vitale questo verbo aperto agli altri e ad ogni esperienza, perderebbe le ragioni del suo esistere e re-sistere.
E’ un verbo in divenire, affine a regalare, destinare, porgere.
Il suo movimento è circolare e cadenzato da una musica discreta che scorre e affida il suo viaggio alle nostre mani.

Andreina Corso


10/07/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here