7 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Alex de la Iglesia: “Presto un film a Venezia. Sarà un horror-thriller”

HomeCinemaAlex de la Iglesia: "Presto un film a Venezia. Sarà un horror-thriller"
la notizia dopo la pubblicità

Alex de la Iglesia: "Presto un film a Venezia. Sarà un horror-thriller"

Un film thriller-horror ambientato a Venezia, nei suoi programmi. E’ innamorato dell’Italia il regista Alex de la Iglesia, autore cult del remake dei record Perfectos desconocidos che ha conquistato il pubblico spagnolo.

”L’ho già scritto, posso dire solo che avrà una ambientazione contemporanea” anticipa. Il prolifico autore di film come El bar e La Comunidad, che alla 22 esima edizione di Capri, Hollywood ritirerà il ‘Latino Award’ racconta come ha trasformato una commedia ‘globale’ sui rapporti umani, e la dipendenza da ‘telefonino’, in un film d’autore con il suo inconfondibile tocco.

”E’ facile fare il remake di un film che non ti è piaciuto, difficile farlo di un film straordinario. E Paolo Genovese mi ha fornito un materiale davvero eccellente” scherza parlando del successo grandissimo di pubblico e critica, forse il maggiore della sua lunga carriera al botteghino, con oltre dieci milioni di euro incassati ad oggi.

”Sono molto affascinato dalle storie che si svolgono in un luogo, quando l’ impianto rispetta le regole classiche, le unità aristoteliche. E’ stato anche per questo un film molto difficile da girare, oltre tutto si è mangiato tanto, e sempre le stesse pietanze per giorni – scherza il regista – pietanze italiane naturalmente, in questo siano stati fedeli, non abbiamo rinunciato alla pasta e al tiramisu, abbinando al menu però un piatto di carne spagnolo”.

Attorno al tavolo ha messo grandi attori del suo paese (”non ho voluto vedere prima il film originale”) e giocando con i loro sguardi ha girato alla sua maniera, con il dinamismo che è da sempre la cifra della sua cinematografia. Paolo Genovese, pur apprezzando molto il film e la fedeltà alla sceneggiatura, ha notato però una differenza nel finale. ”Che resta doppio, e tutto legato al fenomeno dell’eclissi. Un accadimento che potrebbe delimitare quello che è solo un sogno – concorda de la Iglesia – sicuramente il film italiano ha un finale più pessimista, dal punto di vista del racconto dei rapporti umani. Non a caso al termine di Perfectos desconocidos l’attrice Belèn Rueda butta via il cellulare, come per liberarsi dalla schiavitù, un modo per immaginare la vita senza questo
strumento”.

Nato a Bilbao, il regista manifesta la sua opinione anche sulla difficile attuale situazione in Catalogna: ”Come basco credo che ci sia bisogno di un accordo per risolvere la questione dell’autonomia. Accordo che deve tener conto della opinione pubblica. In quale modo non so ma l’unico strumento è la democrazia”’.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...