Alessandro Bergonzoni a Mestre, ‘Nessi’ al Teatro Toniolo

159

Alessandro Bergonzoni a Mestre, 'Nessi' al Teatro Toniolo
Un rito collettivo di esortazione a costruire nessi, legami, atti con chiunque e senza prevenzione, a fare tutti la parte di tutti perché noi siamo fili adottivi che devono imparare a conoscersi nonostante le diversità.

Alessandro Bergonzoni a Mestre si presenta e fa esplodere tutto il suo talento esplosivo mettendosi al servizio di una comicità anarchica e pura in “NESSI”, il suo nuovo spettacolo che andrà in scena sabato 13 febbraio (ore 21.00) al Teatro Toniolo di Mestre, settimo appuntamento nel cartellone di “Comics & Dintorni”.

Uno lavoro ironico, spiazzante, diverso da altri suoi precedenti, che non è satira, e oltre alle risate chiama in causa tutti noi ai doveri verso gli altri, i figli, gli amici, i malati, i poveri, i ricchi, la natura. “È uno spettacolo che si rifà a un bisogno di nudità”, dice Bergonzoni con uno dei suoi paradossi.

Nessi, ovvero connessioni ma anche fili tesi e tirati, trame e reti, tessute e intrecciate per collegarsi con il resto del pianeta. O meglio dell’universo. È proprio questo il nucleo vivo e pulsante del nuovo spettacolo dell’artista bolognese: la necessità assoluta e contemporanea di vivere collegati con altre vite, altri orizzonti, altre esperienze, non necessariamente e solamente umane che ci possono così permettere percorsi oltre l’io finito per espandersi verso un “noi” veramente universale.

Alessandro Bergonzoni
NESSI
di e con Alessandro Bergonzoni
regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi
Sabato 13 febbraio, ore 21.00
TEATRO TONIOLO, MESTRE – VENEZIA

BIGLIETTI
platea € 30,00
galleria € 25,00
ridotto abbonati turno B € 20,00

PREVENDITE BIGLIETTI
Biglietteria Teatro Toniolo, aperta dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30.
Chiusa il lunedì

Laura Beggiora
10/02/2016

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here