32 C
Venezia
mercoledì 23 Giugno 2021

Al Teatro A l’Avogaria di Venezia un San Valentino tutto da ridere

HomeTeatro A L'AvogariaAl Teatro A l'Avogaria di Venezia un San Valentino tutto da ridere

Martedí 14 febbraio 2017, ore 21.00, in scena due monologhi, il "Live"di Martina Catuzzi e “Tanto che ci vuole comincio lunedì” di Elena Lia Ascione. Dopo il clamoroso successo della scorsa edizione, cinque appuntamenti, riservati ad un pubblico adulto, a cura di Nicolò Falcone, con gli otto comici più irriverenti del panorama nazionale

Al Teatro A l'Avogaria di Venezia un San Valentino tutto da ridere

Martedí 14 febbraio 2017, ore 21.00, al Teatro A l’Avogaria di Venezia (Dorsoduro 1607, Corte Zappa) un San Valentino al femminile tutto da ridere: in scena due monologhi, il live di Martina Catuzzi e “Tanto che ci vuole comincio lunedì” di Elena Lia Ascione.

La rassegna a cura di Nicoló Falcone, già protagonista di Natural Born Comedians sul canale Comedy Central di Sky, con la collaborazione di Maddalena Pugliese, dedicata ad una comicità irriverente, senza orpelli e censure, ritenuta dai più scomoda e dissacrante, e riservata ad un pubblico adulto.

Dopo il clamoroso successo della scorsa edizione e il sold out dei primi due appuntamenti della seconda rassegna che hanno visto protagonisti Francesco De Carlo, Stefano Gorno e Renato Minutolo, è la volta del terzo dei cinque appuntamenti.

Martina Catuzzi, figlia di una teatrante e di un allenatore di calcio, inizia la sua formazione giovanissima presso realtà quali il Teatro delle Briciole di Parma e il Centro Teatrale MaMiMó di Reggio Emilia per poi lavorare allo Zelig Lab di Roma e come comica nella trasmissione radiofonica RAI “Radio2 weekend”. Proporrà un live con il meglio del suo repertorio pieno di pungente sarcasmo reso con un mix irresistibile di linguaggio esplicito e un’immagine sobria e gradevole.

“Tanto che ci vuole comincio lunedì” é invece il monologo di Elena Lia Ascione (nella foto), la prima donna a vincere il festival nazionale dell’umorismo “Cabaret Amore Mio” di Grottammare, sotto la sapiente direzione artistica di Enzo Iacchetti. La torinese, infatti, quest’ estate ha portato a casa l’ambito premio giunto, oramai, alla 32esima edizione. Nel monologo che porterà sul palco del Teatro A l’Avogaria, invece, si passa la voce tra più personaggi interpretati dalla stessa comica. Lo spettacolo racconta la vita e le opere di un’ottimista patologica che guarda alla vita inforcando un paio di lenti rosa, ma rigate. Un monologo comico per voce sola in cui l’amore, il successo, Dio gli uomini e l’utopia vanno a braccetto a fare shopping.

L’Associazione Teatro a l’Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario Cà Foscari di Venezia, e dagli esordi si pone come laboratorio di ricerca che coniuga un metodo d’improvvisazione teatrale tra la Commedia dell’Arte e le Teorie dell’Avanguardia. In più di quarant’anni di attività ha prodotto oltre sessanta spettacoli tra cui la “Commedia degli Zanni” rappresentata con successo sui più importanti palcoscenici internazionali. Riconosciuta come uno dei centri di formazione professionale di riferimento nel Triveneto, ogni anno organizza corsi, dedicati ad appassionati e professionisti, su discipline quali recitazione, Commedia dell’Arte, dizione, storia del teatro, canto, tecnica dell’interpretazione.

Lo spettacolo, alle ore 21.00, su prenotazione telefonica ai numeri 0410991967-335372889

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor