Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
11.6C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeCronacaAggressioni con l'acido, Martina si stacca da Alexander e decide di parlare

Aggressioni con l’acido, Martina si stacca da Alexander e decide di parlare

Aggressioni con l'acido, Martina si stacca da Alexander e decide di parlare

Martina Levato, dopo 14 mesi di carcere e due condanne a 14 e 16 anni, è pronta, salvo ripensamenti e colpi di scena che nella vicenda della presunta “banda dell’acido” non sono mancati, a rispondere alle domande sul ruolo e sulle responsabilità di quello che ormai è diventato per lei il suo ex amante, il broker Alexander Boettcher.

Martina aveva scagionato Alexander Boettcher nelle prime dichiarazioni dopo gli arresti del 28 dicembre 2014 e poi si era sempre avvalsa della facoltà di non rispondere sui punti che lo riguardavano. Ora però avrebbe deciso di parlare, e probabilmente nel processo d’appello, del blitz ai danni dell’ex fidanzatino Pietro Barbini.

Potrebbe, dunque, aggravarsi ulteriormente la posizione di Alex, già condannato anche lui a 14 anni per il caso Barbini e alla sbarra per associazione per delinquere, dopo che i legali degli altri giovani aggrediti (Stefano Savi, Giuliano Carparelli e Antonio Margarito) sono riusciti ad ottenere l’estrapolazione dallo smartphone del broker di video, foto e chat che potrebbero incastrarlo sempre più dal punto di vista probatorio, oltre ad evidenziare tratti di “sadismo puro”, come ha affermato in aula il pm Marcello Musso.

Intanto, da quanto si è appreso, nel procedimento davanti al Tribunale per i minorenni che dovrà decidere il destino del figlio, nato lo scorso Ferragosto, di Martina (lei e i suoi genitori sono rappresentati dal legale Laura Cossar) e di Alex (lui e sua madre dall’avvocato Valeria Barbanti) la ragazza avrebbe detto, nell’ambito della consulenza tecnica affidata dai giudici a periti psichiatri, di aver “chiuso” la relazione con Alex ed anzi di avere anche “paura” di lui. Assistita, come consulente di parte, dallo psichiatra Gustavo Pietropolli Charmet, l’ex bocconiana vuole separare il suo percorso da quello di Alex anche nel procedimento minorile, anche se certamente, come ripete, lui resta il padre del piccolo. Per fine marzo è fissato un incontro in carcere tra la coppia e il bimbo alla presenza degli psichiatri nominati dai giudici minorili.

Martina Levato era stata interrogata, lo scorso novembre, davanti al gup Roberto Arnaldi nel processo abbreviato ‘bis’ ed aveva confessato i casi Barbini e Carparelli ma negato i blitz contro Savi e Margarito. Poi aveva scelto di non rispondere alle domande che riguardavano le responsabilità di Boettcher, che si è sempre proclamato innocente, tirando in ballo spesso il ruolo di Andrea Magnani, presunto basista condannato a 9 anni e 4 mesi.

Qualche settimana fa, però, la ragazza ha deciso di sospendere i colloqui settimanali che aveva con Alex a San Vittore e ha iniziato quello che l’avvocato Guarini ha definito un “percorso di distaccamento e di liberazione” dall’ormai ex amante. E ora avrebbe deciso di parlare e probabilmente potrebbe farlo davanti ai giudici della terza sezione penale della Corte d’Appello nel processo che inizierà il prossimo 7 aprile, anche a carico di Alexander.

L’avvocato Guarini ha chiarito che si tratta della “prosecuzione di quella linea di accertamento della verità” che la ragazza aveva già intrapreso nell’abbreviato ‘bis’. Anche quando aveva deposto come testimone nel processo in corso per Alex, comunque, la ragazza aveva scelto di non rispondere alle domande sul suo ruolo, salvo attribuirgli una sorta di responsabilità “di coppia” che l’aveva portata a compiere i reati. Ora, invece, ha anche scritto in carcere una serie di lettere per “liberarsi” di lui.

Mario Nascimbeni
03/03/2016

(cod coppiaci)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.