Aggredisce il nuovo compagno della ex, gli taglia una mano e si uccide

ultimo aggiornamento: 24/12/2015 ore 18:04

123

Aggredisce il nuovo compagno della ex, gli taglia una mano e si uccide

Matteo Bottecchia, 33 anni, tecnico Ascopiave di Colle Umberto, nel pieno di un raptus causato dalla gelosia ha teso un agguato nella notte in via Aliprandi a Conegliano al nuovo compagno della sua ex convivente.
Matteo Bottecchia, secondo quanto appreso, non si rassegnava al fatto che la sua ex, Marta S.L., 24 anni di Conegliano, madre di sua figlia, si fosse messa assieme ad un altro uomo, Gianpietro P., 35 anni di Vittorio Veneto, gestore di una bruschetteria.

Bottecchia ha atteso che il “rivale in amore” facesse scendere dall’auto la fidanzata e, poche decine di metri più lontano, dietro ad una curva, l’ha bloccato ed ha iniziato una brutale aggressione usando anche una roncola con la quale ha semi-amputato l’avambraccio sinistro dell’esercente vittoriese.


L’aggressore si è poi gettato da un ponte sull’A27 dopo aver ferito il 35enne. La tragedia si è consumata su un viadotto poco lontano da Conegliano. Il ferito si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Pordenone ma non è in pericolo di vita.
La sua vettura è stata trovata parcheggiata e sotto il viadotto autostradale è stato rinvenuto il corpo dell’uomo.

Sull’episodio sta conducendo accertamenti la Squadra mobile della Questura di Treviso che esclude il coinvolgimento di altre persone nell’evento.

Redazione
24/12/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here