5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
22.7 C
Venezia
giovedì 17 Giugno 2021

Affitti turistici abusivi a Venezia, scende in campo la Regione

HomeNotizie Venezia e MestreAffitti turistici abusivi a Venezia, scende in campo la Regione

Affitti turistici abusivi a Venezia, scende in campo la Regione
Accertamenti in vista e regole ferree per i B&B che dovranno rispettare i canoni di legge e porre molta attenzione sulla correttezza e la veridicità delle informazioni pubblicate in internet. Lo ha deciso la Regione Veneto che sta predisponendo “un atto di accertamento” , insito nella legge 689 del 1981, per porre fine alle numerose violazioni.

L’impegno costante della Polizia municipale e della Guardia di finanza ha scoperchiato una consistente realtà veneziana (ma anche veneta) di oltre 1200 strutture di ospitalità turistica non registrate offerte in rete, che fino ad oggi erano riusciti a sfuggire a tutti i controlli, un turismo per così dire fantasma, che la nuova norma regionale proposta dall’assessore al Turismo Federico Caner, vorrebbe arginare, in quanto illecito di natura legale.

L’evasione delle tasse, le mancate registrazioni e pagamento dell’imposta di soggiorno, hanno favorito la nascita di una App – Domus network, in grado di controllare la correttezza e la regolarità delle offerte in rete e quindi consentire all’amministrazione comunale di recuperare economicamente cifre significative, visto che Ca’ Farsetti perde attualmente 3milioni l’anno.

L’assessore al Bilancio Michele Zuin assicura con il comandante dei Vigili urbani Marco Agostini che oggi esistono le condizioni per smascherare gli abusi (anche sui cambi di destinazione d’uso) e di poter effettuare controlli dai quali nessuno potrà svincolarsi.
E pare esplicito il riferimento ai nuovi provvedimenti regionali che riusciranno a monitorare le offerte esistenti in rete, controllarli e verificarne la correttezza amministrativa.

Potrà così spiegarsi come possa essere possibile che Venezia riesca ad ospitare milioni di turisti che non figurano da nessuna parte, in nessun registro, che i proprietari delle strutture residenziali “volanti” riescano ad evadere le tasse, diventando anch’essi invisibili e evanescenti.

Andreina Corso | 20/05/2016 | (Photo Enzo Pedrocco) | [cod camereve]

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor