5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
13 C
Venezia
giovedì 22 Aprile 2021

La marea rompe gli argini: 145 cm (e oggi niente Mose)

Homeacqua alta a VeneziaLa marea rompe gli argini: 145 cm (e oggi niente Mose)

Come in una regia occulta, le previsioni aggiornate tre volte nel corso della giornata ad evento in corso, quando ormai, però, la decisione di non attivare il Mose era presa.

La previsione dell’acqua alta di oggi, martedì 8 dicembre, è sfuggita al controllo iniziale.
Inizialmente stimata a 125 cm. , quindi non tale da ipotizzare un’attivazione del Mose, è stata successivamente rivista al rialzo, prima a 135 cm ed ora, pochi minuti fa, addirittura a 145 cm.
Sullo sfondo permane però la decisione iniziale di non azionare il Mose tarata sui 125 iniziali, perché il sistema non è attivabile

ad evento in corso ma va azionato ore prima.
Una decisione senz’altro sfortunata anche se sui social in molti ipotizzano che alla fine può parere una soluzione “di comodo” aver rivisto le previsioni al rialzo ad evento in corso.
Questo attualmente l’allerta del Centro Maree: “Sistema MOSE NON attivo.
Prossimo massimo 145cm alle ore 16.20 di oggi martedi 8 dicembre, causa anomalo rinforzo del vento lungo la costa.
Per i prossimi giorni permangono condizioni meteorologiche favorevoli al fenomeno dell’acqua alta.
Si consiglia di seguire gli aggiornamenti.
Per i prossimi giorni permangono

condizioni meteorologiche favorevoli a fenomeni importanti di acqua alta nel primo mattino”.
Alle 15.15, infatti, le sirene hanno risuonato oggi a Venezia per la terza volta in poche ore.
La segnalazione dava l’allarme per una nuova stima con quattro toni, cioè dai 140 ai 150 cm.
In molti si stanno rivolgendo alla redazione per chiedere come mai il Mose non sia in azione con un’acqua alta in arrivo di 145 cm., ma non si può che ricordare come la decisione di non azionare il sistema di paratoie mobili sia stata concertata molte ore fa con una previsione di marea di 125, anche se le condizioni meteo suggerivano possibili rialzi.
Un’esperienza che ci insegna una lezione: il Mose indubbiamente funziona ma è meglio non buttare via gli stivali da acqua alta.




(foto di archivio: acqua alta in piazza san marco/ credits: lavocedivenezia.it / articolo: La marea rompe gli argini: 145 cm (e oggi niente Mose) / cat.: acqua alta, venezia, san marco, marea, mose / 08/12/2020)

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato

  1. …diabolico piano per vuotare Venezia da negozi di vicinato e residenti, e fare di Venezia un unico Hotel???
    Di solito sono coi piedi per terra, ma questa volta mi vien davvero da pensare a qualcosa di oscuro…
    Per soli 5 cm non si è alzato il Mose e si è avita l’ennesima rovinosa “Acqua Granda”?? Per quale giustificato motivo?
    Chi sa parli , e chi sa rispondere, risponda…!
    Prof. Fabio Mozzatto

  2. Ho fatto lo stesso pensiero: regia occulta per sfollare la popolazione residente, le attività che ancora resistono. Venezia deve diventare come Torcello. Chiedono ancora fondi a Roma per salvare la Basilica di S. Marco che va sotto con meno di 90 cm. e poi non si aziona il Mose se non supera i 130 cm. magari chissa’ per far passare una nave. Soldi dei contribuenti italiani finiti in mani senza scrupoli. Quante ne abbiamo lette? Molte, ma non credo tutta la verità. Tra i lavori di questa OPERA (solo eufemismo) le mazzette, le spese di Giustizia, si assiste alla distruzione inesorabile di una città UNICA ed alla sua IDENTITÀ e NESSUNO PAGA COME SAREBBE GIUSTO. La mia generazione sarà l’ultima che ricorderà la vera Venezia. Tra rabbia e malincuore mi rassegno alla sua fine inesorabile. Si poteva fare di meglio del Mose e non si è voluto. Oltre a Venezia ha distrutto l’ecosistema lagunare, adesso scavate ancora per far passare le grosse navi da turismo e non resteranno nemmeno le pietre. Il potere ed i soldi non sentono ragioni.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor