sabato 22 Gennaio 2022
1.9 C
Venezia

Accoglienza profughi a Marghera, la comoda strada del ‘No’

HomeMestre e terrafermaAccoglienza profughi a Marghera, la comoda strada del 'No'

Comitati per respingere i migranti si attivano e si alleano attraverso il web

Sessanta profughi in più a Marghera non si possono accettare. L’assessore alla Coesione Sociale del Comune di Venezia Simone Venturini lo ha scritto alla Prefettura, adducendo l’inopportunità di creare possibili tensioni di convivenza sociale fra migranti e residenti.

Marghera, anche grazie alla professionalità del sociologo e oggi Presidente della Municipalità, Gianfranco Bettin, è sempre stata un territorio aperto e costruttivo nell’incontrare i problemi del disagio e della marginalità, basti ricordare la politica e la cultura della “riduzione del danno” rispetto la tossicodipendenza e tante iniziative capaci di accogliere i bisogni dei più deboli.

“Nel dicembre 2010, Emergency ha avviato le attività del Poliambulatorio di Marghera, progettato in collaborazione con l’amministrazione comunale di Venezia che ha concesso gli spazi. Il Poliambulatorio offre assistenza di base e specialistica e orientamento socio-sanitario ai migranti e alla popolazione in stato di bisogno. Si trova nella zona del porto, dove la concentrazione di stranieri è la più alta in città. A eccezione di alcune figure sanitarie e non sanitarie che garantiscono l’organizzazione del servizio, il personale medico, paramedico e amministrativo del centro opera a titolo volontario e gratuito. Presso il Poliambulatorio viene anche svolto un servizio di orientamento dei pazienti verso le strutture pubbliche, qualora ne avessero bisogno: lo spirito del Poliambulatorio, infatti, è di collaborazione e integrazione con il Sistema sanitario nazionale”. Anche questa attività, di cui riportiamo fedelmente il testo introduttivo, ci racconta l’impegno che Marghera designa ai bisogni sociali.

L’assessore Venturini informa che sono 213 i profughi accolti nel nostro Comune oltre la presa in carico di 250 minori stranieri non accompagnati vittime delle tragedie che conosciamo e che un centinaio di rifugiati sono ospiti dei Centri Sprar. Sembrava che questi e solo questi potessero essere accettati, secondo il responsabile della Coesione sociale, il Sindaco Luigi Brugnaro e la sua Giunta e in tal senso avevano minacciato proteste popolari, qualora il Governo avesse richiesto nuove disponibilità.

L’emergenza e i rapporti con la Prefettura ha fatto sì che l’anno scorso sia stata concordata l’offerta di ospitalità complessivamente a 350 persone, la Cooperativa San Pietro, gerente dell’albergo ristorante Villa Dori a Marghera si era offerta di accoglierne 60, considerando che in inverno l’albergo ha molti spazi liberi, ma poi nulla si è realizzato.

Tutto fa presagire che neppure quest’anno sarà praticabile quella opzione, in quanto, secondo l’Assessore Venturini, Marghera e in particolare la zona di Ca’ Sabbioni vive già problematiche sociali specifiche e ospita 8 appartamenti di accoglienza. Si deduce quindi che i 60 migranti in più non si possono accogliere. Eppure non è un numero spropositato e sembra difficile accettarne il respingimento.

In tutta la Provincia di Venezia, i migranti sono 2362, la metà dei quali vive nell’ex base militare di Conetta. L’unica soluzione possibile, secondo i prefetti, è quella, anche per il futuro, di una accoglienza estesa, a largo raggio, se ogni Comune facesse la sua parte, se non si inventassero barricate irrazionali e incivili, il problema sarebbe risolto.

Andreina Corso

14/12/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Rottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Scena drammatica ad Abano. Improvvisamente uno dei rottweiler della proprietaria del locale entra nella pizzeria dove ci sono i clienti che stanno mangiando e azzanna un cagnolino di piccola taglia che se ne stava accovacciato sui piedi della padrona. Ed è...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Porto off-shore: tempi lunghi e incertezza sulla crocieristica

Le 11 proposte per il concorso di idee del porto Off-shore di Venezia arrivate all’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale sono state accolte con ottimismo. C’è chi ha letto in questa nutrita partecipazione un inaspettato interesse per Venezia ma in...

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...