COMMENTA QUESTO FATTO
 

Voce dal Verbo
Abitare Prima coniugazione Modo infinito

Abitare disabitato, vuoto.
Abitare la mente con parole, sensazioni e immagini: palafitte in grado di costruire una casa trasparente, dove non si vede anima viva.
Quell’abitare di cui sopra, affolla luoghi per i più inesistenti, eppur così presenti nella vita abitata dal pensiero che conduce ovunque, anche dove non si abita più e resta il dubbio se abitare vuol dire avere una casa.

Intanto il posto, anche qualunque diventa la nostra casa, e mentre noi abitiamo, ci affezioniamo ai colori delle pareti, agli odori che rendono quell’abitazione inconfondibile, ai rumori che risvegliano la curiosità e sollecitano il nostro stupore.

Ma noi, dove siamo, vien da dire, perché abitiamo?
No, vi prego non mettiamoci a ripensare ai primi uomini che hanno abitato la terra, alle grotte per difendersi dagli animali feroci, alle prime capanne, al primo tetto sopra la testa.
Forse i tetti sono nati a causa della pioggia, forse abitare vuol dire difendersi, in fondo!

Eppure il cielo è grande, il mare spazia infinito nella sua casa di terra e sembra non lamentarsi delle tante sponde che lo bagneranno, né delle spiagge sabbiose che lo fermeranno Ovunque troverà casa.

Andreina Corso

19/10/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here