COMMENTA QUESTO FATTO
 

6Sport: voucher da 180 euro alle famiglie per l'avviamento allo sport dei bambini

La Città metropolitana lancia il progetto 6Sport, un voucher del valore 180 euro per incentivare le famiglie ad avviare alla pratica sportiva i 6500 bimbi dei comuni del territorio che da settembre frequenteranno la 1 elementare.

La Città metropolitana di Venezia, su indicazione del Sindaco Luigi Brugnaro, ha infatti deciso di promuovere in tutti i 44 comuni del territorio metropolitano il progetto 6Sport, che ha come obiettivo quello di incentivare i bambini alla pratica di una disciplina sportiva a partire dai 6 anni attraverso un voucher dal valore di 180 euro.

L’idea nasce dopo la positiva sperimentazione registrata dal Comune di Venezia. Il voucher potrà essere speso dalle famiglie iscrivendo il proprio figlio a frequentare i corsi in una delle circa 1300 tra associazioni o società sportive che si accrediteranno con la Città metropolitana.

44 federazioni sportive affiliate al Coni regionale, altre 16 discipline associate, 13 enti di promozione, la gamma e l’offerta sportiva è vastissima nel nostro territorio. A questo proposito, dal prossimo mese di luglio verrà attivato un apposito portale web dove ciascuna società o associazione sportiva potrà registrarsi presentando il corso della disciplina che propone assieme una scheda di presentazione che conterrà i risultati sportivi ottenuti, la storia sociale, i nomi dei tecnici e dei dirigenti che la compongono, in un’ottica di massima trasparenza.

Le oltre 6500 famiglie dei bambini residenti nei comuni della Città metropolitana di Venezia e iscritti alla prima classe della scuola primaria riceveranno, quindi, nelle prossime settimane una comunicazione a firma del Sindaco metropolitano Luigi Brugnaro e del Sindaco del comune di residenza, in cui saranno descritte le modalità di fruizione del voucher.

Dal mese di settembre, sempre attraverso il portale, una volta visionata l’offerta dei corsi, i genitori potranno scegliere, quindi, a quale corso iscrivere i propri figli e attivare on-line il voucher.

“L’educazione dei nostri bambini è una delle priorità che dobbiamo avere come genitori e come cittadini – spiega Luigi Brugnaro – Abbiamo deciso di estendere il voucher per lo sport anche a tutti gli altri 43 comuni della Città metropolitana perché la sperimentazione effettuata nel Comune di Venezia, primo in Italia a provare questa strada di avviamento allo sport dei ragazzini di 6 anni, è, prima di tutto, un dovere morale che abbiamo nei confronti dei nostri figli. Chi pratica lo sport cresce con dei valori, impara a stare con gli altri, conosce il rispetto, il significato della sconfitta ma anche della rivincita. Lo sport fa bene alla salute oltre che alla mente e alla crescita dei nostri ragazzi. Questa iniziativa, inoltre, consentirà di avere una precisa mappatura anche dell’offerta sportiva che propone il nostro territorio: conoscere le società, vedere chi le gestisce, quali sono i risultati ottenuti, chi sono gli istruttori e gli allenatori, quali gli impianti e i costi. Un’operazione trasparenza che può tornare utile per chi lo sport lo pratica e per chi lo propone e lo insegna”.

La Città metropolitana verserà l’importo del voucher all’associazione/società sportiva scelta che organizza il corso in due rate: la prima entro febbraio 2020, non superiore al 35% dell’ammontare totale del voucher, e solo nel caso in cui il bambino abbia partecipato almeno al 50% delle lezioni svolte nel trimestre ottobre-dicembre; la seconda entro giugno 2020 e solo nel caso in cui il bambino abbia partecipato almeno al 50% delle lezioni totali. Se non verranno rispettate le scadenze o il bambino verrà ritirato dai corsi il voucher potrà essere utilizzato l’anno seguente.

Il progetto ha una durata triennale e finanzierà l’avvio alla pratica di una disciplina sportiva per i circa 6500 bambini che da settembre inizieranno la prima elementare in uno degli istituti distribuiti nei comuni della Città metropolitana. Complessivamente si prevede un investimento annuale di 1.200.000 euro.

Saranno organizzati incontri con le associazioni e le società per presentare loro il progetto e per supportarle nelle procedure di accreditamento e nella creazione della loro vetrina dello sport on-line. La Città metropolitana aiuterà anche a predisporre il materiale informativo da distribuire a scuola e nelle associazioni sportive aderenti e offrirà assistenza per ciascuna operazione necessaria all’accreditamento e alla richiesta del voucher.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here