Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
2.6C
Venezia
mercoledì 03 Marzo 2021
HomeNotizie di apertura50 anni fa l' "Acqua Granda", oggi gli studiosi: il Mose non salverà Venezia

50 anni fa l’ “Acqua Granda”, oggi gli studiosi: il Mose non salverà Venezia

50 anni fa l' "Acqua Granda", oggi gli studiosi: il Mose non salverà Venezia

Controverso e sempre più allarmante il destino di Venezia e della sua laguna.
Sono trascorsi cinquant’anni da quell’alta marea che ha messo in ginocchio la città, quel 4 Novembre ricordato nel convegno del Telecom Futur Centre che si è svolto a San Salvador , che ha drammaticamente messo in luce la gravità delle condizioni della laguna e lo stravolgimento dell’assetto ambientale marino.

Con l’occhio proteso verso il Mose e la sua lunga e tormentata storia ancora in essere, l’insigne studioso Jorg Imberger, dell’Università di West Australia, ha avvertito:” L’aumento del livello del mare renderà inutile l’opera del Mose”. E in questo chiaro concetto si è inserito anche il documentario – film “Aqua Granda” di Emanuele Coppola, che ha rivelato nel suo straordinario viaggio fotografico e analitico, come gli elementi della laguna, gli uccelli, i molluschi, si siano adattati a questo ospite mastodontico, il Mose, trasformando le abitudini e i collocamenti precedenti all’opera, inserendosi fra ferro, cementi e inedite vegetazioni, inventando luoghi e assestamenti per le nidificazioni.

Già lo aveva preannunciato tanti anni fa, un pescatore, che seguendo il viaggio di alcune specie di pesci (passere, sogliole), aveva notato la trasformazione dell’assetto lagunare in contemporanea al posizionamento del Mose, e aveva ammonito anche la comunità scientifica sulla mancata valutazione del rischio ambientale.

Si sa che ora l’opera Mose è stata bloccata dagli scandali, ma premono le esigenze di salvaguardia , anche se necessitano risorse che al momento non ci sono e qualcuno pensa alla nascita di un Polo per la ricerca marina. Al convegno ha partecipato anche l’ex responsabile dell’Ufficio Studi del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Cecconi, ora a capo del Venice Resilience lab, che ha proposto di trasformare il Mose in una fonte di guadagno, anche per trovare i fondi necessari (almeno 80 milioni l’anno) alla sua manutenzione, che oggi mostra i segni degradati del tempo.

Ruggine, difetti ai cassoni e alle paratoie, strumentazioni inadeguate, lacune progettuali, un misto di debolezze strutturali che dal 2002 ad oggi hanno segnato il tragitto dell’opera per conto del Consorzio Venezia Nuova e con esso i suoi consulenti e progettisti, ditte altamente specializzate nell’ingegneria idraulica: sei miliardi al netto della gestione complessiva.

Il Mose però non ha rispettato la sua funzione fondamentale, lo scopo per cui era nato per la difesa delle alte maree: il rialzo di 20 centimetri del livello del mare, che invece oggi nelle previsioni diventano 80, inducendo le dighe a chiudersi quasi giornalmente e riducendo così la laguna ad “effetto catino”.

Il mondo scientifico ha avvertito come il delicato tessuto lagunare e il suo ecosistema siano stati minacciati in questi anni da un’opera che si è rivelata inadeguata allo scopo per cui era nata. Non ultime le penose vicende che ancora percorrono legalmente tutta la vicenda Mose, in uno spaccato che ha risucchiato economicamente e professionalmente energie fin qui sprecate.

Andreina Corso

04/11/2016

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Una persona ha commentato

  1. Mose.
    Ancora una volta siamo stati raggirati.
    Almeno si poteva risparmiare i soldi dati a chi doveva controllare che l’ opera fosse adeguata allo scopo.
    I politici sono stati vigili?
    Hanno fatto del loro meglio?
    Ciò che fà male è che nessuna responsabilità sarà accertata, come sempre.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.