Foto rubate a Elisabetta Canalis e ad altre star: inizia processo, i vip parte civile per risarcimenti

ultimo aggiornamento: 20/06/2015 ore 06:32

177

foto rubate a elisabetta canalis
La showgirl Elisabetta Canalis, il principe Emanuele Filiberto di Savoia e la conduttrice televisiva Federica Fontana, insieme al marito Felice Rusconi.
Un parterre di vip ha chiesto di costituirsi parte civile nel processo che vede al centro segreti ‘rubati’ a personaggi del mondo del cinema e della tv attraverso accessi “abusivi” ai loro account di posta elettronica. Processo che vede come imputati i blogger Selvaggia Lucarelli, Guia Soncini e Gianluca Neri, alias Macchianera.
E’ approdata quindi in aula, con la prima udienza del processo, la vicenda che coinvolge tre creatori di siti internet ‘cult’ per gli appassionati di gossip e spettacolo. Tra le presunte vittime, vip italiani e anche star internazionali come Scarlett Johansson e Sandra Bullock. L’inchiesta, coordinata dal pm di Milano Grazia Colacicco, era partita dalla presunta acquisizione illecita di 191 fotografie scattate a Villa Oleandra per i 32 anni di Elisabetta Canalis, all’epoca fidanzata di George Clooney.
Negli atti compaiono poi “77 contenuti” riferibili a Emanuele Filiberto, oltre a e-mail private ‘rubate’ alla presentatrice Mara Venier e ai dati di carte di credito dell’ex calciatore Stefano Bettarini.
Come riporta l’atto che dispone il giudizio per citazione diretta, i tre blogger sarebbero riusciti quindi a ‘espugnare’ gli account di vip italiani e stranieri grazie anche ai bassi livelli di protezione delle password.

Sono accusati a vario titolo di concorso in intercettazione abusiva, detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso (accusa da cui è esclusa Lucarelli) “al fine di procurare a sé o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno”, di accesso abusivo a sistema informatico e violazione della privacy.
Secondo quanto è emerso dalle indagini, dopo l’acquisizione degli scatti della festa di Elisabetta Canalis usando codici e password dell’account di Federica Fontana, Lucarelli e Neri avrebbero cercato di vendere le immagini ad Alfonso Signorini di ‘Chi’ (presunto prezzo: 120 mila euro), passando anche per il giornalista Gabriele Parpiglia e per un fotografo. Il cronista e il paparazzo, però, non sono coinvolti nell’inchiesta, perché non sarebbero stati consapevoli della provenienza illecita delle immagini.
Sempre stando agli atti, i blogger, e in particolare Neri, avrebbero avuto a disposizione due account di posta elettronica, uno denominato ‘GiorgioClone’ e l’altro ‘Copycat’ ed entrambi con la stessa password, per gestire i dati sensibili trafugati e i contenuti delle e-mail di numerosi vip.
Tra i personaggi del mondo dello spettacolo presi di mira, hanno chiesto quindi di costituirsi parti civili – passaggio necessario per poter ottenere il risarcimento dei danni subiti – Elisabetta Canalis, Federica Fontana, Felice Rusconi e il rampollo di casa Savoia.
Si torna quindi in aula il prossimo 28 settembre, quando il giudice monocratico dell’undicesima sezione penale del Tribunale di Milano scioglierà la riserva sulle parti civili e su alcune eccezioni sollevate dalle difese.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here