COMMENTA QUESTO FATTO
 

4321 Paul Auster Eianudi

Ci sono voluti circa sei anni per poter realizzare quest’opera ”gigante”, per numero di pagine e non solo! Ora però, lo scrittore di Newark, Paul Auster ritorna nelle librerie italiane, grazie ad Einaudi con 4321 (pagg. 938, €25), la lunga epopea biografica del giovane Archibald Ferguson: il romanzo di tutte le sue vite, quella che ha avuto e quelle che avrebbe potuto avere.

Ebbene sì, perché il protagonista del libro è proprio lui, Archie, che fin dalla nascita imbocca quattro sentieri diversi che porteranno a vite diverse anche se simili. Tra sesso e poesia, tra le proteste per i diritti civili e l’assassinio di Kennedy, con lo sport e il lungo e rivoluzionario Sessantotto, Parigi e New York, 4321 finisce per inglobare tutta l’opera di Auster, un grande bilancio della maturità, con tutti i maestri che l’hanno ispirato, l’importanza del destino e della fatalità, la morte e i desideri.

Il piccolo Archie, l’adolescente Ferguson alle prese con la scuola e il giovane Archibald Isaac, scrittore ed uomo che sperimenta, ama e soffre. 4321 racchiude le differenti, ma ugualmente avventurose storie di un protagonista alle prese con il più grande viaggio di tutti: la vita.
Paul Auster ne racconta quattro possibili e lo fa in parallelo, quasi come fossero singoli libri in uno, creando un’opera ricca di personaggi, ambientazioni, che affascina e ingloba il lettore, facendolo diventare parte integrante del romanzo.

Si conclude un capitolo e subito se ne apre un altro, ma Archie non è più quello che abbiamo conosciuto prima e il racconto vita che abbiamo davanti, si trasforma di nuovo. Alcuni particolari cambiano, si aggiungono dei nuovi personaggi, altri escono di scena, altri ancora assumono ruoli diversi. Ci sono però, alcuni elementi che ritornano, ogni volta in una veste diversa: tutti gli Archie, ad esempio, subiranno l’incantesimo di una splendida fanciulla di nome Amy.

Il lettore incantato si lascia guidare dai cambi di scenario, arrendendosi, un po’ come fa Archie, al fato e alle fatalità. Si entra in empatia con il protagonista, lo si ammira, lo si giudica, si gioca anche, scommettendo cosa sarebbe potuto accadere se…, finendo per affezzionarcisi.

Cinema, letteratura, storia, attualità, si mescolano, in un compendio di quella che è la summa di tutte le mille sfacettature narrative di Paul Auster, il suo capolavoro! 4321 infatti stupisce non solo per la sua lunghezza, ma soprattutto per la sua originalità, la sua sfida nei confronti del lettore, la capacità di coinvolgerlo e, anche per chi non ha mai letto un suo romanzo, la voglia di non abbandonare quel mondo ma di immergercisi!

Alice Bianco
Riproduzione vietata

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione Riservata.

 
Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here