Napoli, ragazzino di 11 anni scoperto a prostituirsi in stazione

ultimo aggiornamento: 12/11/2015 ore 08:02

93

Napoli, ragazzino di 11 anni scoperto a prostituirsi in stazione

A soli 11 anni scoperto mentre si prostituisce. Il ragazzino è stato colto mentre si prostituiva nella zona adiacente la Stazione centrale di Napoli. A scoprirlo il personale dell’Unità operativa Tutela minori della Polizia municipale partenopea.

La Polizia Municipale di Napoli ha così scoperto, nella zona prossima alla Stazione Centrale della città, il ragazzino di soli 11 anni, di etnia rom, che si stava prostituendo. Il bambino, che quando è stato avvicinato non era in compagnia di “clienti” – si apprende dalla Polizia Municipale – è stato portato negli uffici della Municipale e affidato alle cure di una psicologa alla quale ha detto di essere stato adescato da adulti in cerca di prestazioni sessuali che poi venivano consumate in auto.


Il minore ha raccontato di arrivare nella zona insieme a due suoi connazionali adolescenti e di rimanere in strada tutto il giorno in attesa di essere adescato da adulti.

Gli agenti hanno fermato il ragazzino insieme ai due con cui si accompagnava, più grandi e con numerosi precedenti penali a carico per reati connessi allo spaccio di stupefacenti.

I genitori del minore, convocati al momento, si sono dichiarati all’oscuro dell’attività del figlio e non hanno saputo dare spiegazioni.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here