umana reyer smith mazzon

Brindisi rovina il ‘Reyer day’, visto che batte Umana Venezia dopo che, sullo stesso parquet, nella partita dell’Umana femminile, le veneziane si erano imposte di pomeriggio su Orvieto.

L’atletismo e la velocità sono alla fine le chiavi del successo dell’Enel, ancora sotto di quattro (70-66) alla metà dell’ultimo quarto, ma poi capaci di inanellare (dopo un inspiegabile time-out chiamato dal coach dell’Umana Mazzon) un parziale di 16-2 in meno di 4′, decidendo il match.

Perché Venezia, che limita solo nel finale il passivo grazie alla striscia di Giachetti e al canestro finale di un comunque ottimo Smith, improvvisamente si ferma e non riesce più a costruire azioni pericolose.

Enel Brindisi batte Umana Venezia
82-87 (18-18; 39-32; 56-60).

Umana Reyer Venezia: Peric 10, Giachetti 12, Rosselli,
Linhart 2, Vitali 8, Taylor 16, Smith 21, Akele ne, Magro 2,
Easley 11. All.: Mazzon.

Enel Brindisi: Aminu 18, James 11, Todic 2, Bulleri 3,
Morciano ne, Formenti, Dyson 24, Lewis 5, Zerini 5, Snaer 5,
Leggio ne, Campbell 14. All.: Bucchi.

Arbitri: Sardella, Ranaudo, Vicino.

Roberto Dal Maschio

[04/11/2013]

Riproduzione vietata

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here