Terremoto questa mattina nelle Marche. Torre crollata a Macerata

Terremoto questa mattina nelle Marche. Un altro, nuovo, evento che porta a 65 le registrazioni di movimenti tellurici oltre una densità sensibile dal 2016 in questa zona.

La scossa di terremoto ha avuto una magnitudo di 4.7 ed è stata registrata alle 5:11 con epicentro a 2 km da Muccia, in provincia di Macerata, ed ipocentro a 9 km di profondità. Lo ha
riportato l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. Al momento non si hanno notizie di danni a persone.

Il terremoto appartiene al modello registrato con il forte sisma del Centro Italia nel 2016, e nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. In particolare, il 4 aprile se ne erano registrate una di magnitudo 4 alle 4:19 e una di magnitudo 3.6 alle 20:41.

Questa mattina l’evento è stato registrato a 53 km da Perugia, 65 da Terni e 85 dall’Aquila. Già si sono registrate 4 lievi repliche di magnitudo 2 o 2.1.

La scossa di terremoto di oggi ha prodotto nuovi danneggiamenti in zone già colpite. Parla infatti di “ulteriori danni rispetto a quelli già avuti” dal forte terremoto del 2016 il sindaco di Pieve Torina (Macerata), Alessandro Gentilucci. “La popolazione è molto provata – commenta Gentilucci al telefono con Rai News24 -. Si ricominciano ora i sopralluoghi per verificare che la tenuta statica degli edifici sia adeguata. Siamo stamani in giro con l’auto della protezione civile per verificare i danni”. Non risultano al momento comunque feriti. L’epicentro della scossa è stato a 3 km da Pieve Torina.

Il terremoto ha provocato disagi nell’organizzazione delle giornate operative della popolazione colpita. Trenitalia, ad esempio, ha deciso di sospendere a scopo precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata per effettuare controlli sulla tenuta della strada ferrata. La circolazione dovrebbe riprendere in mattinata.

“Oggi chiudiamo le scuole. Abbiamo dei danni e stiamo verificando anche le Sae (soluzioni abitative in emergenza, ndr)”. Ha così dichiarato all’ANSA il sindaco di Pieve Torina (Macerata), avendo il suo comune la zona più colpita stamattina dal sisma di magnitudo 4.7.

Il terremoto ha fatto scattare subito scattata l’allerta a Norcia. Vigili urbani e altre forze dell’ordine hanno avviato una ricognizione sul territorio che ha dato esito negativo. Anche la sala operativa della Protezione civile dell’Umbria non segnala problemi sul territorio. La situazione continua comunque a essere monitorata.


ultime notizie venezia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here