Ragazza pugile mestrina in coma dopo incontro

Francesca Moro, pugile mestrina di 27 anni, sta lottando tra la vita e la morte dopo un match di pugilato femminile. Il malore alla fine dell’incontro. Inaspettato: nulla avrebbe fatto sospettare un danno alla giovane. Lei solo aveva detto “Non mi sento bene” ed è stata fatta uscire con una ripresa di anticipo. Francesca aveva disputato una prima ripresa ad alto ritmo, una seconda in calo e durante la terza, evidentemente, ha iniziato a stare male offrendo una prestazione alternata.

L’atleta, tesserata con l’Union Boxe Mestre, è ora ricoverata in gravi condizioni in ospedale a Pescara. E’ stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico e ora le condizioni sono definite “critiche” dai medici dell’ospedale di Pescara.

Francesca Moro, 26 anni, pugilatrice originaria di Padova e residente a Mestre, è in coma da ieri dopo essersi sentita male al termine di un match di semifinale, a Chieti, nell’ambito del torneo femminile Junior/Youth e Torneo Femminile Elite 2° di boxe.

La giovane era arrivata in ospedale con un ematoma sottodurale acuto, nella notte è stata sottoposta a intervento chirurgico in Neurochirurgia e ora è ricoverata in Rianimazione. La prognosi resta riservata. I medici del reparto diretto da Tullio Spina la stanno tenendo sotto costante monitoraggio.

Francesca aveva appena terminato il match di semifinale, poi, dopo i saluti di rito all’angolo avversario e all’arbitro, appena si è piegata per uscire dalle corde del ring, il malore. Lentamente si è accasciata sul bordo ring. Immediato l’intervento dei medici presenti. Poi la corsa in ospedale.

A riferire con precisione la dinamica dei fatti è Sergio Rosa, consigliere federale e responsabile tecnico del torneo nazionale femminile Junior/Youth e Torneo Femminile Elite 2° di boxe, organizzato a Chieti, di cui oggi si disputano le finali con 22 atlete. “Il combattimento – racconta Rosa all’ANSA – si è svolto con una regolarità più assoluta. Un match equilibrato che Francesca ha perso ai punti contro Clara Pucciarelli delle Fiamme oro Lazio. Dopo i saluti si è avviata per uscire dal ring poi quando si è piegata per uscire dalle corde si è sentita male”. “Fino a quel momento tutto si era svolto normalmente. Niente faceva presagire nulla di quello che è successo”, dice Rosa.

Il presidente della Union Boxe di Mestre, Luciano Favaro, ha spiegato: “Francesca non aveva però finito il match di semifinale, previsto sui 4 round di due minuti ciascuno. “Non aveva subito alcun colpo particolare – afferma Favaro – ma alla fine del terzo round, tornando all’angolo, ha detto che si sentiva un po’ tremare le gambe, forse per la stanchezza. Così il nostro angolo, d’accordo con il medico a bordo ring, ha preferito fermare li’ l’incontro. Quando ha fatto per uscire, poi, è stata colta da malore”.

Favaro riferisce che la giovane aveva sostenuto il penultimo match un mese fa, e non c’era stato alcun problema. Francesca Moro frequenta la palestra mestrina da cinque anni; i primi due ha boxato solo a livello amatoriale, poi da tre anni aveva scelto l’agonismo.

Mattia C.


campagna abbonamenti actv venezia
SHARE
Mattia Cagalli
Fin dalla prima ora tra i fondatori di questo Giornale, è giornalista, scrittore e regista cinematografico. Laureato in Scienze della Comunicazione, si occupa anche di calcio e del Verona, sue grandi passioni.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here