Prete che organizzava orge con sesso estremo: scandalo si allarga ad altri preti
Lo scandalo del prete che organizzava orge pare si debba allargare. Teatro degli avvenimenti la piccola chiesa di San Lazzaro (Padova) dove si sarebbe praticato anche sesso estremo, sempre con donne fedeli consapevoli e consenzienti. Tutte meno una, evidentemente, visto che con una denuncia ha fatto partire l’indagine.

L’ex parroco don Andrea, che avrebbe organizzato le orge, è accusato di favoreggiamento della prostituzione e violenza privata, ma ora la vicenda si allarga. L’ex amante del sacerdote, che lo scorso 6 dicembre ha denunciato il sacerdote, avrebbe fatto una rivelazione choc, come riporta il Gazzettino oggi in edicola.

Nella querela la donna avrebbe sottolineato come alle orge, organizzate dal don, partecipassero anche altri preti. Parroci di chiese in città e dei comuni della cintura urbana. Religiosi con i quali la 49enne padovana avrebbe consumato prestazioni sessuali, sia nella canonica di San Lazzaro che in appartamenti forniti dal don.

La nuova dimensione dell’indagine apre la via ad altre strade. Ad esempio gli investigatori potrebbero ipotizzare che questi parroci abbiano pagato il parroco per i rapporti con le sue parrocchiane. Oppure il fatto che il prete abitualmente procacciasse le donne per altri amici preti. Ipotesi comunque ancora da provare.

Un altro aspetto che andrà approfonditamente studiato è quello dei filmati video hard trovati durante la perquisizione. I carabinieri lo scorso 21 dicembre hanno sequestrato una decina tra dvd e vecchie cassette vhs con filmati amatoriali ma contenuti da film porno. Tocco di classe: i filmati, esternamente, erano etichettati con i nomi dei pontefici della storia della Chiesa come Papa Luciani.

Filmati e video hard di incontri di sesso registrati dallo stesso sacerdote con una videocamera (anche questa sequestrata) durante i suoi incontri di sesso estremo e le orge. Sequestrati inoltre una decina di chiavette Usb, anche queste piene di immagini fortemente erotiche, un tablet, un computer e due telefoni: uno smartphone e un cellulare.

Dall’esame del perito nominato dal pm Roberto Piccione titolare delle indagini, potrebbero emergere le identificazioni delle parrocchiane e gli uomini che hanno partecipato agli incontri di gruppo di sesso estremo. Ma soprattutto si cercherà di accertre se prima delle orge ci può essere stato uno scambio di soldi tra l’ex parroco della chiesa di San Lazzaro e i partecipanti maschi.

(foto di repertorio)

SHARE
Laura Beggiora
Giornalista, speaker radiofonica e presentatrice tv. Curatrice di eventi di cronaca e mondani, si e' trasferita in Veneto dopo lunga permanenza in Toscana. Ospite in alcune trasmissioni di Canale 5, e' attenta osservatrice del territorio che sente come casa e promuove ad ogni occasione.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here