Individuato straniero ricercato, era in un bed and breakfast di Marghera

Ieri, alle ore 14.00 circa le volanti della Polizia di Stato sono intervenute in Piazzale Giovanacci a Marghera in quanto una donna richiedeva l’intervento della Polizia alla fermata del tram di via Lavelli.

Il fatto appena avvenuto riguardava due uomini che poco prima le avevano sottratto il cellulare, un Apple IPhone 7 plus.

La donna, urlando, aveva fortunatamente richiamato l’attenzione di un passante, un cittadino bengalese che, in sella alla sua bicicletta, si era messo coraggiosamente all’inseguimento dei due uomini, notando che gli stessi si rifugiavano in un casolare abbandonato a ridosso della fermata di Piazzale Giovanacci.

Gli operatori di polizia, quindi, si addentravano nell’edificio in stato di abbandono, dove individuavano in base alle descrizioni fornite i due uomini, invitandoli a restituire il cellulare rubato poco prima.

Al netto rifiuto degli stessi, i poliziotti procedevano ad una perquisizione personale, grazie alla quale rinvenivano, negli slip di uno dei due, l’IPhone sottratto, ancora acceso.

La refurtiva veniva restituita alla proprietaria e i due uomini Z.R. ventenne e B.D. di ventidue anni, con precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio, venivano tratti in arresto, e condotti nel Carcere di Santa Maria Maggiore. Oggi il processo per direttissima.

SHARE
Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here