il-sogno-di-keribe

Credo che di avventure non si possa mai essere sazi. Immergersi in storie fantastiche, con esseri speciali, eroi simili a noi, ma capaci di grande cose, sia una di quelle cose che non importa l’età che abbiamo, ci affascinerà per sempre. Da piccoli ci mettevamo sotto le coperte, accendevamo una torcia (sì perché l’ora di andare a dormire era passata da un po’ e noi, di certo, non volevamo farci scoprire) e leggevamo di pirati, avventurieri, streghe, maghi, orchi, guerre fantastiche. Imparavamo anche i valori: lealtà, coraggio, amicizia e amore. Libri e storie come compagni fedeli, amici con cui affrontare i mostri che si nascondevano sotto il letto.
Ilaria De Togni ha imparato bene la lezione dai vari Tolkien e, ancora di più, da Terry Brooks con la saga di Shannara, creando un libro come “Il sogno di Keribe“, edito da Gargoyle, che ci riporta a quei tempi, dove leggere un libro era un’avventura indimenticabile.

Erinke, la ridestata protagonista si troverà coinvolta in uno scontro tra forze opposte, mentre lei, a costo della sua stessa felicità e di quella del ridestato a cui è destinata, si troverà a dover compiere scelte dolorose per difendere quello in cui crede: un mondo per cui valga la pena sacrificarsi.

Un mondo quello creato dalla De Togni che ammalia ed immerge in una lettura appassionante e ricca di suggestioni, che legano il lettore alle pagine portandolo ad una partecipazione attiva in un racconto dalle mille sfumature.

Il sogno di Keribe è più di un semplice libro, è un universo in espansione nel cervello e nel cuore di chi legge, è un viaggio in un mondo fantastico dove incontrare moltissimi personaggi e far con loro, indirettamente, amicizia, attraverso gli occhi della protagonista o anche provare un forte odio, ti arricchisce quasi tu la stessi vivendo sulla tua stessa pelle quest’avventura.

La cosa fondamentale di questo tipo di libri è che nel fantastico ci sta sempre la realtà, il mondo di oggi e la De Togni lo sa bene, ed è per questo che analizzando in profondità la storia si può trovare la società odierna, le persone e i ragazzi di tutti i giorni nascosti dietro armature più o meno fragili, dietro a sogni, speranze, inganni e bisogno di sentirsi importanti per qualcuno.

Il sogno di Keribe vi trasporterà in una nuova dimensione dalla quale sarà difficile distaccarsi e che, sicuramente, non vi deluderà.

Sara Prian

Riproduzione vietata

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here