GABRIELE SINOPOLI PICCHIATO PER IL CLACSON | Sempre gravissime condizioni

ultima modifica: 10/08/2012 ore 22:00

148

MESTRE | Permangono molto gravi le condizioni di Gabriele Sinopoli, fratello di un noto compositore e direttore d'orchestra, picchiato selvaggiamente dal 'branco' per aver suonato il clacson per farlo spostare dalla strada in quanto gli impediva di tornare a casa dopo la Mostra del Cinema.

Il fatto è accaduto in via Verdi domenica notte. I teppisti avevano inseguito fino a casa in via Manin il 64enne e dopo raggiunto lo avevano massacrato di botte. Gabriele Sinopoli, ricoverato all’ospedale dell’Angelo, lotta per la vita dopo l'intervento per l’ematoma cerebrale provocato dai colpi subiti.


L’episodio ha suscitato indignazione e rabbia in tutta la città . Grazie ad un testimone che era riuscito a trascrivere il numero di targa con cui gli aggressori si erano allontanati è stato possibile risalire ai responsabili del pestaggio.

Sarebbero sei gli indagati, ai quali il sostituto procuratore Stefano Buccini contesta a vario titolo i reati di lesioni gravi pluriaggravate, danneggiamento aggravato, violazione di domicilio e tentata rapina, tutti tra i 25 e i 30 anni, tutti residenti a Marghera dalle parti di via della Rinascita e alcuni con precedenti già  per aggressione.


Mario Nascimbeni
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[08/09/2012]


titolo: GABRIELE SINOPOLI PICCHIATO PER IL CLACSON | Sempre gravissime condizioni
foto: OSPEDALE DELL' ANGELO (FOTO DI REPERTORIO)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here