Ciao Federica, presentati:
Sono Federica una ballerina, coreografa ed insegnante di danza. Ho iniziato a ballare con la danza jazz all’ età di 9 anni, in provincia di Venezia, ho cambiato varie scuole di danza all’ inizio fino ai 14 anni. Poi purtoppo ho dovuto smettere,
i miei non mi hanno mai fatto mancare nulla ma come si sa la danza era e sta diventando sempre di più un privilegio tra mensili alla scuole, costo delle gare, saggi, costumi. In quel periodo fino ai 17 anni mi sentivo persa senza andare a lezione, ed è stato in quel momento che ho capito quale era la mia strada.

Quale era la tua strada?
Dopo un paio d’ anni, a 17 anni ricominciai a ballare e mi iscrissi a hip hop, guardando i videoclip di Justin Timberlake mi innamorai di tutto quello che è l’hip hop, la musica, lo spettacolo. Ho frequentato la scuola di hip hop più famosa di Venezia, la “Pnc Dance Project” diretta da un coreografo di rinomata importanza, Luka Raimondi. Ho iniziato il primo anno in un corso avanzato, l’ anno seguente invece sono entrata nella sua crew i “Pnc Project” e a seguire creò una crew di quattro competenti “I Gionborni”, con questi gruppi abbiamo partecipato e vinto molti contest importanti qui In Italia Mc Hip Hop Contest, World of Dance di Eindhoven e molti altri. A Luka Raimondi devo molto, grazie alle sue conoscenze ho potuto lavorare molto qui come ballerina tra videoclip, shows, sfilate, concerti e programmi televisivi.

Dopo quella esperienza?
Nel 2010 io ed altre mie amiche, anche loro ballerine professioniste abbiamo creato la crew “CDM” con loro ho avuto la possibilità di lavorare anche come coreografa. Anche con loro ho partecipato a numerosi contest, siamo state ospiti in rinomate serate hip hop, siamo state ballerine per il tour promozionale di STEP UP4 REVOLUTION 3D e la nostra collaborazione sta continuando nonostante la mia lontananza.

Che cosa ti ha portato lontano?
La mia svolta è stata quando a 20 anni ho iniziato ad insegnare hip hop in varie scuole di danza del Veneto, ho iniziato a guadagnare con la mia passione, e questo per me è stato un traguardo enorme, prima per mantenermi facevo di tutto: animatrice, impiegata, commessa, babysitter, insomma ho fatto un sacco di lavoretti per potermi pagare i miei studi di danza. In queste scuole ho creato dei gruppi di allievi fantastici hanno svolto un ottimo lavoro con me, hanno vinto o comunque sono sempre arrivati tra i primi posti in diverse competizioni. Nella danza si sa bisogna avere pazienza, infatti con i soldi che guadagnavo durante l’anno, l’estate
la consideravo periodo di studio, zero vacanze!.

Il passo successivo?
Dopo aver fatto molti sacrifici, ho potuto studiare in Germania all’ Urban Dance Camp e a Los Angeles presso le scuole Debbie Reynolds, MIllennium Dance Simplex e Movement Lifestyle con i più grandi coreografi.

Ed arriviamo ad oggi…

L’anno scorso, nel 2013 ho deciso di dare una svolta alla mia carriera, ho capito che voglio ballare ad alti livelli all’estero, il mio sogno infatti è quello di diventare un backup dancer per un cantante famoso e girare il mondo in tour. In Italia non c’è molto questa concezione di avere i ballerini nei videoclips, concerti ed è per questo quindi che giro molto tra Londra e New York City, in quest’ultima otto mesi fa sono stata accettata alla Broadway Dance Center per frequentare un programma per studenti stranieri dove poi mi sono diplomata. A NYC ho affrontato molte sfide, dalla vita quotidiana in un posto sconosciuto dove non conoscevo nessuno, al confronto con ballerini mostruosi da tutto il mondo, partecipando ad audizioni e a vari spettacoli.

Risultati?
Ho ballato in diversi videoclip e performances per cantanti americani, la più importante nel leggendario locale Blue Note Jazz Club di NYC. Sono stata presa tramite audizione nella compagnia Establish Your Empire di Gigi Torres, una famosa coreografa ed insegnate di Los Angeles, con essa ho partecipato come special guest al World of Dance New Jersey.

Complimenti sinceri, grazie e in bocca al lupo per sempre più grandi successi..

Crepi!! Grazie a voi e un saluto ai vostri lettori

Giorgia Pradolin

[08/07/2014]

Riproduzione vietata

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here