Autoarticolato in autostrada A4 andava a zigzag. Polacco guidava ubriaco

Invalido, evidentemente falso, guidava perfettamente il camion, peccato che percepisse l’indennità Inps in quanto bisognoso di assistenza. Si tratta di un romeno residente a Marghera scoperto dalla Guardia di Finanza. L’uomo guidava il camion e passeggiava senza problemi per le vie di Venezia, nonostante gli fosse stata certificata una invalidità al 100% ad un braccio e ad una gamba, con riconoscimento dell’indennità di accompagnamento.

I militari del I Gruppo Venezia della guardia di Finanza, dopo mirati accertamenti ed appostamenti, hanno smascherato il falso invalido che ormai dal 2011 percepiva la pensione di invalidità, truffando allo Stato italiano più di 30.000 euro.

La segnalazione alle Fiamme Gialle veneziane è arrivata dalla Romania, dove a un romeno di 41 anni, era stata ritirata la patente di guida a seguito di una infrazione stradale.

Da anni residente in Italia, il romeno percepiva dall’Inps una pensione di invalidità al 100%, con inabilità totale e permanente agli arti inferiori causata da un incidente stradale alcuni anni fa.

L’assoluta incompatibilità dell’invalidità accertata con la guida di autoarticolati ha fatto partire gli accertamenti più approfonditi, resi difficoltosi dal fatto che il cittadino rumeno, anagraficamente residente a Marghera, risultava soggiornare quasi sempre nel paese di origine.

L’occasione per capire come stessero le cose, le Fiamme Gialle l’hanno avuta quando il falso invalido è stato richiamato per la notifica di un atto presso gli uffici dell’Inps. Una volta fuori dagli uffici, dopo alcune centinaia di metri, iniziava a camminare “miracolosamente” senza problemi.

Due anni fa, aveva addirittura ottenuto il rinnovo della patente di guida, attestando falsamente, nel corso della prevista visita medica, di non avere alcuna invalidità e mostrandosi in piena forma fisica al medico.

L’uomo veniva così denunciato per truffa aggravata ai danni di ente pubblico e permetteva all’ufficio amministrativo dell’Inps di Venezia di revocare l’assegno di invalidità percepito indebitamente.

(foto di repertorio)


campagna abbonamenti actv venezia
SHARE
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here