City Sightseeing, ecco i nuovi battelli per Venezia: moderni e contro il moto ondoso

Varo tecnico dell’avveneristico battello di City Sightseeing Italy costruito dal Cantiere Navale Vittoria per tours nella laguna di Venezia.

Si è svolto infatti nei giorni scorsi ad Adria il ‘varo tecnico’ del battello di City Sightseeing, l’operatore che già organizza da anni tours cittadini in 14 località italiane, che nella prossima stagione estiva entrerà in servizio nella laguna di Venezia.

Le motonavi di City Sightseeing possiedono infatti l’autorizzazione rilasciata dal Comune di Venezia per l’effettuazione del servizio commerciale di trasporto pubblico di linea lagunare con il sistema “saliscendi”.

Queste imbarcazioni sono di livello superiore per l’accuratezza delle finiture interne ed esterne, per il confort di bordo e per la qualità della navigazione. I battelli, costruiti dal Cantiere Navale Vittoria SpA ad Adria, in provincia di Rovigo, sono stati realizzati con manovalanza e tecnologìa italiane, nel rispetto delle normative e dei regolamenti vigenti nella laguna veneta, ma soprattutto i battelli dispongono di una carena che presenta un particolare disegno appositamente studiato e testato all’università di Trieste per minimizzare il moto ondoso.

I battelli di City Sightseeing possono ospitare 198 persone di cui 118 sedute e lo scafo, realizzato in acciaio, ha già svolto il collaudo RINA.

“Con questo varo tecnico – ha evidenziato il Presidente di City Sightseeing Italy ing. Fabio Maddii – apriremo presto una stagione operativa all’insegna dell’eccellenza in laguna, nel pieno rispetto ambientale come merita una delle città più visitate al mondo. Siamo certi di poter offrire un servizio di trasporto pubblico commerciale di qualità ed in linea con le aspettative dei turisti.”

Soddisfazione anche da parte dela società Cantiere Navale Vittoria SpA: “Il nostro Cantiere vanta un importante know how anche nella costruzione di imbarcazioni commerciali. – ha dichiarato Luigi Duò, Presidente del Cantiere Navale Vittoria – Abbiamo saputo rispondere a tutte le esigenze della committenza in termini di innovazione, rispetto di elevati standard qualitativi e sostenibilità. Con la realizzazione di questo primo battello, abbiamo avviato la collaborazione con il leader italiano nel settore del trasporto turistico.”

Tecnicamente il battello è dotato di una sofisticata macchina di governo, di un timone ‘sospeso’ per una agevole manovrabilità. L’imbarcazione dispone anche di posti appositamente studiati e allestiti per ospitare persone con mobilità ridotta su sedia a ruote.


ultime notizie venezia

Una persona ha commentato

  1. Peccato che per Taxi e mototopi nessuno faccia nulla, i controlli della velocità sono quasi nulli, il moto ondoso prodotto inaccettabile, i rumori intollerabili, lo smog magigore che in terraferma.
    Ma, comeavviene per il controllo satellitare GPS, si fa tutto su ACTV, ma sulle imbarcazioni private non si fa nulla nè si impone nulla.
    Il sistema Argos, il Progetto Onda Zero, si rivelano assolutamente inefficaci.
    Il GPS, che risolverebbe tutto, nessuno vuol farlo installare anche a detti natanti, nonostate lo si solleciti da anni.
    Assessore Boraso, Sindaco e Sindaco Metropolitano Brugnaro, Assessore D’Este, cosa aspettate a provvedere?
    I Veneziani non vogliono morire di smog da natanti, dopo aver perso i parenti grazie all’inquinamento prodotto da Porto Marghera…

    Prof. Fabio Mozzatto

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here