Juventus, missione compiuta: ottavi conquistati contro il Siviglia

Tra oggi e domani si gioca l’ultima partita dei gironi di Champions League, con Juventus, Roma e Napoli che non sono ancora certe del passaggio del turno e dovranno perciò dare il massimo nelle sfide di questi giorni allo scopo di proseguire nella competizione. Per Juve e Roma si prospetta un obiettivo pienamente alla portata, visto anche lo spessore delle avversarie, per il Napoli discorso più complesso in quanto una vittoria potrebbe non bastare: sarà decisivo il risultato del Manchester City, Sarri non più padrone del proprio destino.

Allegri sa già che il primato non è raggiungibile in quanto gli scontri diretti sorridono al Barcellona, che ha battuto la Vecchia Signora per 3-0 al Camp Nou e pareggiato 0-0 a Torino. Con una vittoria i bianconeri si assicurerebbero il secondo posto e la qualificazione, l’ultimo scoglio da affrontare è l’Olympiacos ad Atene, già certo dell’ultimo posto con un solo punto conquistato. Nonostante questo, sarà importante per la Juve mantenere alta la concentrazione e mettere in cassaforte il risultato il prima possibile per evitare situazioni spiacevoli. In caso di pareggio o sconfitta basterebbe che lo Sporting Lisbona non vincesse contro il Barcellona; gli scontri diretti, infatti, sono in favore dei torinesi. Chiellini non sarà della partita a causa di una gastroenterite, giocherà Barzagli. Davanti Dybala dovrà dare qualcosa in più per dimostrare di essere al livello di palcoscenici importanti.

Anche per la Roma vincere significherebbe qualificazione assicurata, e contro gli azeri del Qarabag non pare essere un risultato fuori dalla portata dei giallorossi. Nulla è ancora deciso in questo girone, ci si gioca tutto all’ultima giornata: molto dipenderà dal risultato di Stamford Bridge. In caso di vittoria o di pareggio del Chelsea, la Roma passerà come seconda anche perdendo. In caso di pareggio in Inghilterra, la Roma passerebbe prima se guadagnasse tre punti stasera grazie agli scontri diretti a favore. Se l’Atletico dovesse vincere, alla Roma servirebbe necessariamente una vittoria, dal momento che contro Simeone hanno pareggiato in casa e perso in trasferta. Di Francesco schiera i titolarissimi per puntare ai tre punti della sicurezza.

Complicato il discorso in casa Napoli: qui una vittoria potrebbe non essere sufficiente, ma gli azzurri hanno il dovere di provarci per tenere alto l’onore. Al momento il Napoli è terzo nel girone e deve assolutamente vincere per arrivare a pari punti con lo Shakhtar, che giocherà contro il City già certo del primo posto. Sarri dovrà sperare in una sconfitta degli ucraini per passare in virtù del successo contro questi ultimi per 3-0 al San Paolo. Molto difficile qualsiasi pronostico, resterà solo la speranza che Guardiola non voglia approfittare dell’occasione per eliminare un rivale agguerrito come il Napoli. Sarri dovrà rinunciare ad Insigne infortunato, perciò giocherà Zielinski al suo posto e Diawara farà il regista. Sulla fascia destra dovrebbe esserci Maggio.

Federico Baldan

SHARE
Federico Baldan
Laureato magistrale in Lingua e Letteratura Inglese e Postcoloniale a Ca' Foscari. Esperto di sport, videogiochi, fumetti.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here