Una maratona di concerti (tutti gratuiti) sullo scorcio incantevole del lago di Garda, con musica a ogni ora del giorno in innumerevoli location: questo sarà il Brain Zone Music Festival, che si terrà tra giovedì 19 e domenica 22 luglio a Brenzone sul Garda. Spiagge, strade, piazzette si trasformeranno in teatri a cielo aperto per una varietà di generi musicali capaci di coniugare coinvolgente intrattenimento e spessore artistico.

Giovedì 19 luglio il festival prenderà il via con un concerto itinerante: l?esuberante Magicaboola Brass Band porterà a spasso il suo stile tra New Orleans e il funk dalle ore 18 (con partenza da Castelletto). La serata vedrà invece una maratona di concerti in piazza S. Nicolò ad Assenza di Brenzone a partire dalle ore 20:30 con la Magicaboola Brass Band, questa volta stanziale sul palcoscenico. Alle 21:30 i riflettori saranno puntati sul cantautore canadese Bocephus King (che accende la miccia di un intero secolo di musica americana, tra blues, gospel, country), poi dalle ore 22:30 sul Disperato Circo Musicale, una carovana musical-circense che sprigiona ska, reggae, musical balcanica, funk, latin e punk.

Brain Zone Music Festival è organizzato dal Comune di Brenzone sul Garda, l?Associazione Pro Loco Brenzone, il CTG Brenzone, la Funivia Malcesine Monte Baldo.

La Magicaboola Brass Band, nata nel 2008 in Val di Cornia (Livorno), è una moderna street band composta da fiati e ritmica: trombe, tromboni, sassofoni, sousafono, cassa, rullante e percussioni. La Magicaboola prosegue il percorso stilistico dalle prime formazioni di New Orleans, proponendo contaminazioni di jazz, blues, etnica, hip hop, funk, canzone popolare: musica da ascoltare e da vedere ma soprattutto da ballare.

Bocephus King, all’anagrafe James Perry, arriva da Vancouver e più precisamente da Tsawwassen, una piccola cittadina sull’Oceano Pacifico dal fiero nome indiano. Bocephus King sembra uscito dal mondo del vaudeville, un Humphrey Bogart o un Robert Mitchum senza tempo che incontra al bancone di un diner Tom Waits, Nina Simone e il drugo del grande Lebowsky. Bocephus King, dal vivo, spazia tra sonorità blues, gospel, gipsy e country, rileggendo un intero secolo di musica americana. Ci sono echi di Woody Guthrie, Dylan, Springsteen, Waits ma anche Prince, Townes Van Zandt e tanto cinema, da Fellini a Quentin Tarantino passando per l’estro dei fratelli Coen.

Nell’ottobre del 2015 viene invitato al Premio Tenco di Sanremo, dove incanta il pubblico con una toccante traduzione di Autogrill di Francesco Guccini. Nel 2016 è nuovamente ospite della serata finale della quarantesima edizione del Premio Tenco insieme a Morgan, Noemi, Roy Paci per esegue in inglese due canzoni di Luigi Tenco, accompagnato dall?Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Mauro Ottolini.

Sulla scia del disco The Blue Sickness il mensile Buscadero gli ha dedicato la copertina commentando: ‘è la seconda volta che mettiamo un artista sconosciuto in copertina. La volta scorsa era toccato a Tracy Chapman’.

Il Disperato Circo Musicale è una band veronese attiva dal 2011. Una vera e propria carovana musical-circense, un tornado di ritmi, colori e travolgente vivacità: ogni concerto è una festa carica di energia, dalle influenze ska, reggae, balkan, funky, latin e punk. Al Brain Zone Music Festival presenterà il nuovo disco Mysticanza, prodotto dall?Etichetta veronese Azzurra Music.

Informazioni:

brenzonemusicfestival@gmail.com

I.A.T. Porto di Brenzone: tel. 045 7420076

Tutti i concerti sono gratuiti

I concerti si terranno anche in caso di maltempo nelle location indicate sul programma

Direttore artistico: Mauro Ottolini


ultime notizie venezia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here