Antimafia nel calcio: "Sentire la Juventus, ci sono responsabilità precise"

“La mia impressione è che i magistrati sono stati troppo garantisti: tante cose devono essere approfondite. Quando ci sono i bagarini si rischia il riciclaggio; non è vero che la società non non ha responsabilità. Così si offende lo sport e l’immagine pulita che deve avere”.
A dirlo è il deputato della Lega Angelo Attaguile, ex presidente del Calcio Catania, copresidente, con Marco Di Lello (Pd), del Comitato “Mafia e manifestazioni sportive” della Commissione parlamentare Antimafia.

“Bisogna audire i dirigenti della Juventus, ci sono responsabilità precise”, prosegue Attaguile “non ci possono essere squadre che non vedono inchieste approfondite. In Sicilia o a Napoli si fanno indagini approfondite. Andremo fino in fondo anche perché non si può affidare tutto solo alla giustizia sportiva”.

Per il deputato, Andrea Agnelli va sentito, “non è possibile che non sappia nulla con un giro così importante, sarà la Commissione Antimafia, in plenaria, a stabilire se chiamare lui e gli altri dirigenti in audizione o no. La mafia non può vivere alle spalle delle squadre di calcio”.



Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here